fbpx
venerdì , 27 Novembre 2020

TRA CAMPIONATO E CHAMPIONS, SULLA SCIA DI MORATA

Ripresa ieri la preparazione della Juventus dopo i due giorni di pausa concessi da Pirlo. De Ligt da conferma di essere finalmente tornato, fisicamente sta bene, ha voglia di campo e di mettersi in gioco. Intera seduta in gruppo anche per Alex Sandro, mentre Bonucci prosegue la riabilitazione a seguito dell’infortunio muscolare alla coscia destra; personalizzato per Chiellini. 

Si resta in attesa dei Nazionali e le partite si avvicinano, una bella combin fra Campionato e Champions League. La squadra già da questa mattina sarà nuovamente al Training Center, per iniziare a preparare sul campo la prima sfida, quella di sabato sera contro il Cagliari all’Allianz Stadium. Di Francesco incute una leggera paura reverenziale per colpa della classifica, con quei tre punti di distanza che impongono alla Juventus di dover vincere a tutti i costi, per non farsi raggiungere dal Cagliari e, soprattutto, per non sganciarsi dal treno dello Scudetto. 

Appena 48H di “riposo” poi sarà il turno del Ferencvaros, sempre a Torino, per un martedì da leoni. Pirlo è positivo sotto quel volto inquieto, la squadra è pronta a reagire e dare un segnale. C’è qualche acciacco, ma dietro ci sono i cosiddetti “giovani” come De Ligt e Demiral, davanti invece…Alvaro Morata che dopo un anno preciso ha ritrovato (ieri sera) la maglia della Spagna tornando addirittura al gol! Il centravanti della Juve ha infatti segnato la rete che ha spalancato le porte al clamoroso 6-0 rifilato dagli spagnoli alla Germania (Morata, tre volte Torres, Rodri, Oyarzabal). Potrebbero essere stati sette, ma Alvaro ha “perseverato” nella sua mania di farsi annullare goal in offside… pensate se non fosse stato così di cosa staremmo parlando. 

Quindi poco male se Cristiano Ronaldo rimedia solo un giallo nella vittoria per 3-2 del suo Portogallo contro la Croazia, o se Cuadrado è stato travolto con la sua Colombia dall’Ecuador da un sonoro 6-1. Una squadra vera non dipende dai singoli, devono essere i singoli a saper fare la differenza, anche all’occorrenza. Tutti a scuola da Morata.

About Gianmarco Fusi

Leggi anche

CHAMPIONS, Quanto guadagna la Juventus

La qualificazione agli ottavi di Champions League con due turni di anticipo rimpingua le casse …

Rispondi