fbpx

UNDER 23, Ranocchia, che partenza da sogno

Ultimamente in casa Juventus si respira un’aria di spensieratezza e novità. La prima squadra sta iniziando a far suoi i dettami di Andrea Pirlo, e in parallelo l’Under 23 di Lamberto Zauli sta disputando un ottimo campionato di Serie C, dando continuità al successo ottenuto nell’ultima Coppa Italia di categoria e mettendo in mostra molti giovani italiani dalle grandissime potenzialità.

Tra questi c’è senza alcun dubbio Filippo Ranocchia, centrocampista classe 2001, che si sta rivelando indispensabile nelle rotazioni della giovanile bianconera con la quale ha già realizzato due reti in campionato, la seconda arrivata nel successo di domenica scorsa contro la Pro Patria.

Filippo, nativo di Perugia, ha tirato i primi calci al pallone nella scuola calcio del Montemalbe, da dove proprio il Perugia lo ha prelevato in giovanissima età. Nella squadra umbra ha completato il suo percorso di formazione, con la definitiva consacrazione nell’annata 2017/2018 dove si è reso assoluto protagonista nel campionato Primavera, affermazione che gli è valsa l’anno successivo la possibilità di vivere l’intera annata aggregato alla Prima squadra in Serie B agli ordini di Mister Nesta.

Stagione 2018/2019 che l’ha visto così esordire in Serie B contro il Livorno, per poi giocare la gara dei playoff contro il Verona. Centrocampista molto tecnico e con una grande intelligenza tattica, destro naturale ma capace di utilizzare con efficacia anche il sinistro, Ranocchia è in grado di ricoprire più ruoli nella mediana e non disdegnando neppure qualche spunto da trequartista. Il tutto completato da un profilo fisico già ben strutturato in rispetto alla sua età.

Su di lui la Juventus ha visto lungo, aggiudicandoselo per poi lasciarlo in prestito in Umbria fino all’estate 2019, quando il ragazzo si è vestito a tutti gli effetti di bianconero. E domenica scorsa Ranocchia ha realizzato un gol col quale ha messo in mostra tutte le sue grandi abilità: dopo aver saltato due avversari ha fatto partire dal limite dell’area un mancino a giro che ha baciato il palo più lontano prima di insaccarsi in rete. 

Chissà che mister Pirlo, dopo questi primi exploit di inizio stagione, non possa presto prenderlo in considerazione aggregandolo agli allenamenti della prima squadra. Un percorso già compiuto da tanti giovani bianconeri negli ultimi mesi, un sogno e un obiettivo che Filippo vuol cullare con testa, gambe e cuore, inseguendo al contempo la vetta del Ranking Under 20 curato da La Giovane Italia.

About Redazione

Leggi anche

UNDER 23, L’11 ufficiale di Zauli

Meno di un’ora al fischio d’inizio di Juventus-Piacenza, ultima sfida del girone d’andata. Questo l’11 …