JUV-MIL, È CR7 VS IBRA, MA OCCHI PUNTATI SU CHIESA

Inizia il conto alla rovescia alla partita che vale una stagione. L’atmosfera si fa sempre più tesa in casa rossonera come a Torino, dove Juventus e Milan si affronteranno dopodomani all’Allianz Stadium (ore 20.45). Per Pirlo e Pioli nient’altro che uno spareggio Champions League… capiamo allora come i due allenatori stanno preparando la partita a livello tattico e le possibili scelte di formazione. 

Pirlo arriva alla gara della stagione con un rullino di marcia niente male, avendo raccolto 13 punti degli ultimi 18 a disposizione. A numeri bene, sono le prestazioni che hanno lasciato a desiderare, quelle esempio di Firenze e Udine, che preoccupano. La fortuna è un Cristiano Ronaldo “ritrovato” e devastante, capace di fare la differenza da un momento all’altro. Peccato per la poca alchimia con Dybala dimostrata finora, sembra quasi che i due si stiano sfidando a chi arriva primo a quota 100 in maglia Juve. Battute a parte, venendo alla tattica, Pirlo potrebbe proporre la difesa a 4 consolidata nelle ultime gare, molto probabile un Cuadrado sulla linea mediana versione tutto campo, ruolo che ha nel sangue e che piace a Pirlo. Danilo in tal caso potrebbe andare in copertura sempre sulla fascia destra a dare manforte al colombiano. Ma anche Demiral sta meglio, di conseguenza dietro c’è l’imbarazzo della scelta ed uno tra Bonucci, Chiellini e De Ligt potrebbe accomodarsi in panchina. Senza dimenticarci che potrebbe essere la gara giusta per rivedere finalmente Federico Chiesa, tornato ufficialmente a disposizione (come Morata). L’ex Fiorentina nelle gare di cartello molto spesso è stato decisivo, basta ricordarsi all’andata la doppietta proprio contro il Milan. Insomma, ci vorrà qualità, la stessa che è mancata quando abbiamo visto la Juve più brutta della stagione. Da non ripetere, assolutamente.

Dall’altra parte Pioli che a numeri riguardo gli scontri diretti è messo male: vinto uno contro la Roma e persi cinque contro Juve, Atalanta, Inter, Napoli e Lazio. Nelle ultime tre partite due sconfitte proprio con quest’ultima e Sassuolo, quindi una sola vittoria contro il Benevento. Nonostante ciò, Pioli non cambia volto alla sua squadra e scenderà in campo domenica con un 4-2-3-1; davanti Ibra insieme a Calhanoglu ed uno fra Rebic e Leao. Dietro Kjear, Romagnoli, Theo H. e probabilmente Calabria che potrebbe garantire maggiore copertura dalla parte proprio di Chiesa. A centrocampo dovrebbero agire Kessie e Bennacer.

About Gianmarco Fusi

Leggi anche

FOCUS, Recap fase a gironi: gli juventini a Euro 2020

Tra gioie e dolori, ecco chi avanza a Euro 2020 e chi tornerà a pensare …