CR7 E IL DESTINO DEL MERCATO… INTANTO INIZIA IL CALCIO GIOCATO

Ed eccoci arrivati al punto in cui il calciomercato si mischia al calcio giocato, rose ancora da completare (o quantomeno “in fase di definizione) si affrontano per la prima di serie A. Domenica c’è Udinese – Juventus, si attendono verdetti sia dal campo che dal mercato…

Domenica alle 18.30 inizia ufficialmente la Serie A 2021/22 della Juventus. Si va in scena per la prima gara della stagione allo Stadio Friuli, contro gli uomini di Luca Gotti. La scorso anno i bianconeri di Max Allegri hanno avuto sempre la meglio (4-1 all’andata e 2-1 al ritorno con 4 gol complessivi di C. Ronaldo) ma il calcio di oggi ci insegna a non dare niente per scontato. Soprattutto in un momento del genere, dove è ancora tutto “in mutamento”, squadre da completare e meccanismi da oliare. Le nubi in quel di Torino velano il futuro, e non solo di CR7…Il portoghese spera ancora di poter lasciare la Juve e la società non si opporrebbe, consapevole delle potenzialità che potrebbe avere sul mercato privandosi (seppur a malincuore) di C. Ronaldo. Tuttavia non è un’operazione semplice, per ingaggio, cifre, sponsor e quant’altro, se sommiamo a tutto ciò un mercato low cost dalle poche sorprese allora sì che c’è bisogno di un miracolo… o meglio di uno sceicco. Non a casa perdura la telenovela Locatelli, di cui oramai si da per certo l’arrivo. La Juve non può permettersi di pagare il centrocampista più di quanto è stato valutato dal proprio entourage, ovvero circa 30 mln. Dall’altra parte il Sassuolo non demorde e chiede qualche euro di differenza. La situazione descrive a pennello lo status attuale delle cose, investimenti mirati e nessuna sorpresa, almeno finché non dovesse partire il pluri-pallone d’oro. Allora tutto potrebbe cambiare, ma fino a quel momento la Juve targata Allegri-bis dovrebbe scendere così in campo contro l’Udinese:

4-3-3 con Szczesny dietro al quartetto partito dal primo minuto nell’amichevole contro l’Atalanta, ovvero Cuadrado, de Ligt, Bonucci ed Alex Sandro; in mezzo al campo, vista la squalifica di Mckennie e gli infortunati di Rabiot ed Arthur la mediana dovrebbe essere formata da Betancur, Ramsey e Bernardeschi; in attacco Chiesa, Dybala e Ronaldo, mentre Morata e il neoacquisto Kajo Jorge dovrebbero partire in panchina.

About Gianmarco Fusi

Leggi anche

JUVE-MILAN, Chiesa verso la panchina: la probabile formazione

A riportarlo è ‘TMW’ QUI JUVE – Prosegue la marcia di avvicinamento al big match …