ALLEGRI: “Col mio staff siamo sempre in discussione. Potrei aver sbagliato tante cose”

La conferenza stampa di vigilia

CONFERENZA STAMPA – In vista dell’impegno di domani della Juventus al cospetto del Monza all’U-Power Stadium, Massimiliano Allegri presenzia il consueto appuntamento con la conferenza stampa di vigilia. Queste le sue dichiarazioni:

Sulla reazione di domani:

Bisogna avere rispetto del Monza perché in casa ha giocato sempre bene. Ha buone individualità, noi dobbiamo avere più attenzione nelle situazioni deficitarie. I gol subiti sono stati tutti evitabili, su alcune letture dobbiamo migliorare.

Sugli infortuni muscolari:

Il succo di ciò che ho detto a Sconcerti è questo: se metti la rosa al completo della Juventus, attualmente non ce l’abbiamo. Mi son fatto dare un report dai miei collaboratori, quest’anno abbiamo giocato 8 partite in più e abbiamo avuto McKennie, Pogba, Chiesa fuori. Noi siamo sempre in discussione sul nostro lavoro, sicuramente abbiamo sbagliato e io sbaglio più degli altri. In questi momenti ci vuole molta lucidità, se avessimo vinto col Benfica cosa avremmo detto? Dare spiegazioni adesso non serve a nulla, ora ci mancano i risultati e in Champions siamo in ritardo, ma dobbiamo anche vedere del positivo, perché altrimenti ci buttiamo dal balcone. Non possiamo vedere tutto negativo, intanto cerchiamo di finire bene prima della sosta, recupereremo 4 giocatori e creiamo i presupposti per andare a giocare a Lisbona come una finale. L’anno scorso i problemi li abbiamo avuti sui flessori, quest’anno sugli adduttori. Lo staff della Continassa lavora bene, senza alcun dubbio.

Sul sistema tattico:

Non voglio essere noioso: per dare continuità ad un sistema di gioco dobbiamo avere tutti a disposizione. Di Marìa non lo abbiamo avuto sempre, ho dovuto cambiare spesso, ma non è questo il discorso. Noi dobbiamo limitare gli errori individuali, prendiamo gol troppo facilmente, ma a volte le cose le vedo solo io e lì mi preoccupo. Se sono solo io a vederlo, allora mi metto in discussione.

Sulla presenza di Szczesny e Di Marìa:

Locatelli, Rabiot ed Alex Sandro saranno ancora fuori. Abbiamo un bel po’ di ragazzotti che portano positività. Domani gioca Perin perché Szczesny ha ancora dei problemi, ma sarà a disposizione. Di Marìa rientrerà, devo vedere se far giocare Kean e Kostic, mentre l’argentino sarà titolare. Devo decidere chi far giocare in difesa, poi ritrovo il mio carissimo amico Adriano Galliani. Per noi domani saranno 3 punti importanti per cercare di passare una buona sosta.

Su cosa pensa di aver sbagliato:

Forse dei cambi, forse la formazione, forse la preparazione, forse ho sbagliato tante cose.

Sulle sue vedute e quelle dei ragazzi:

Io fortunatamente vedo sempre un’opportunità di crescita, sono più incasinate da vedere quando si perde. Bisogna fare molta più attenzione, ma la squadra sta bene. La squadra negli ultimi 4 minuti del primo tempo ha reagito al gol subito. Poi nel secondo abbiamo perso un contrasto a metà campo e da lì abbiamo subito il gol. Dobbiamo aumentare la percezione del pericolo, questi periodi li ho già passati, si deve vedere il positivo e il propositivo nel negativo. Normalmente i risultati ti danno più tranquillità, faccio sempre un esempio: avevamo perso a Sassuolo, il giorno dopo sorrisi a tutte le critiche. La Juve subì un tiro da Sansone e la squadra ha sbagliato 8 occasioni, il giorno dopo ‘Allegri non capisce nulla’. Al ritorno abbiamo rischiato un sacco, ma abbiamo vinto e tutti ‘grande Juventus’. In quella partita abbiamo fatto schifo, è il momento che ti fa pendere da una parte o dall’altra.

Sul punto della situazione con la dirigenza:

Mi mancava sul fatto di ‘Allegri esonerato’. Sono molto contento di questo, con la società parliamo ogni giorno in modo sereno, io devo sempre delle spiegazioni alla società, dobbiamo rimanere sereni perché si può solo migliorare.

Sulla presunta autoassoluzione:

Io sono responsabile, ma lei ha letto male. Lei sta vedendo un qualcosa completamente opposta a ciò che ho detto. Ho mai avuto tutti i giocatori a disposizione? No, la squadra sta facendo bene in queste condizioni? Si. Nel calcio c’é un vecchio detto: ‘se vinci sei un bravo ragazzo, se perdi…’.

Sul possibile esonero e sulla disponibilità delle dimissioni:

Mi mancava la parola esonero perché come c’é un mezzo risultato, Allegri è in discussione. Questo è divertente, credo di parlare l’italiano in modo corretto, anche se a scuola ci andavo poco. Sono fiducioso su ciò che stiamo facendo, normale che i risultati giudicano il lavoro mio e dello staff, sono molto sereno e convinto.

Sul momento:

Ho parlato con la squadra, i gol si prendono solo se gli avversari sono bravi, non su errori nostri. Il Monza ha cambiato allenatore, a Lecce ha fatto una buona partita e noi dobbiamo fare una partita intelligente, portando via 3 punti con la prestazione. Dopo la sosta avremo più giocatori, serve fiducia per preparare bene il campionato e la sfida col Benfica che per ora è quasi impossibile, ma non lo è. Se ci avessero dato il gol contro la Salernitana, in campionato saremmo più in alto. Non chiedo il di più, chiedo il nostro.

About Redazione

Leggi anche

DI MARIA, Seconda punta o esterno? Allegri fa chiarezza: “Non è questione di ruolo…”

Il prossimo impegno della Juventus sarà con il Maccabi Haifa in Champions League (gara in …