ALLEGRI: “Di Maria recuperato. Vlahovic come Haaland e Mbappé. Domani non decisiva, ma…”

Vigilia di Champions League per la Juventus. Il tecnico Massimiliano Allegri in conferenza ha presentato il match contro i portoghesi.

CHAMPIONS LEAGUE – Massimiliano Allegri ha incontrato i giornalisti in sala stampa per presentare il match valido per i gironi di Champions League tra Juventus e Benfica

SUGLI INFORTUNATI – “Abbiamo recuperato Di Maria, non so se lo schiererò dall’inizio però, ha fatto solo un allenamento. Szczesny valuterò nelle prossime ore. Alex Sandro ha avuto un problema all’adduttore sul rigore e lo valuteremo per la sfida contro il Monza. Rabiot e Locatelli sono out”

SUL BENFICA – “Il Benfica ha storia europea importante e sono abituati a giocare queste partite. Hanno buoni giocatori e vengono da undici risultati utili. Domani non decisiva ma importante. Per vincere bisogna giocare da squadra. Bisogna stare dentro la partita, giocare da squadra e avere poche amnesie”

SULLA FORMAZIONE – “Milik? Dovrò valutare. Ho un dubbio anche a centrocampo. Domani mattina deciderò il da farsi. Stiamo bene e stiamo recuperando le energie”

SULLA DIFESA A TRE – “Difesa a tre? Dipende dalle caratteristiche dei giocatori. A seconda della partia ci metteremo a tre o a quattro. Dipende anche come si svolge la gara e da come difendono loro. Non è una questione di numeri ma di sapersi muovere”

SULLA MANCANZA DI EQUILIBRIO – “Dobbiamo trovare l’equilibrio. Quando non riesci a trovare gol non devi subirlo. Non è una vergogna finire il primo tempo sullo zero a zero, ma non devi subirlo. La squadra non deve andare in ansia quando subisce gol. Le partite son lunghe..se riesci a far gol bene, ma quando non riesci non è detto che devi subirlo. Come quando vai in vantaggio non devi subirlo, noi a volte ci siamo fermati”

SULLE SOLUZIONI SUGLI ESTERNI – “Far riposare Cuadrado?Sugli esterni ho lui, De Sciglio e Danilo che può fare tanti ruoli, e meno male che ce l’ho”

SULLE DIFFICOLTA’ DELLA SQUADRA – “C’è voglia di fare che ci porta a strafare, ma nelle partite bisogna semplicemente fare, non strafare. Vogliamo vincere in dieci minuti, ma non è così. Hai 90 minuti per vincere. In quei momenti li dobbiamo avere equilibrio. L’equilibrio è nella sicurezza nella squadra. Ci spazientiamo troppo presto. Vincere è difficile, e a volte si vince anche all’ultimo. Ci sono anche gli avversari. Ma in quei momenti li bisogna giocare da squadra”

SU VLAHOVIC- “Vlahovic l’ho visto bene, sta migliorando. Sono contendo di cosa sta facendo. Tra i giovani insieme ad Haaland e Mbappé è uno dei migliori”

SULLA MANCANZA DI ESPERIENZA – “Abbiamo esperienza in tanti giocatori ma anche giocatori che hanno poche partite in Champions. Giocare alla Juve non è semplice. Siamo sempre sotto pressione e con la voglia di vincere. Bisogna migliorare tanto. Bremer è un acquisto straordinario, ma è la seconda partita in Champions. Stiamo lavorando bene, vorremmo avere dei risultati in campionati diversi e dispiace, ma abbiamo tutto il tempo di recuperare. Ora dobbiamo pensare a domani, che è difficile ma molto importante”

SUL “NON STRAFARE” – “Basta che ognuno faccia il suo, con cose semplici. A volte lo strafare ti porta a fare cosa in più. I risultati si raggiungono di squadra. Dico sempre ai ragazzi che nessuno chiede di fare o salvare tre gol, ma di mettersi a disposizione della squadra. Non è che tutte le partite puoi vincerle 3 a 0. L’importante è la prestazione che va migliorata”

SULLE POLEMICHE POST SALERNITANA- “Non ho mai espresso giudizi sugli arbitri. Non sta a me. Per me è chiuso tutto domenica sera. Non so se sarò squalificato. Per me l’allenatore dovrebbe pagare una multa, ma essere in campo la domenica dopo. Dovrebbero riflettere su questo. Potremmo mettere a disposizione i soldi ricavati dalle multe per gli atteggiamenti anti-sportivi e darli in beneficienza per aiutare”

SUL NERVOSISMO DEGLI ALLENATORI – “Sarà il caldo (ride ndr). Io domenica ho avuto un atteggiamento sbagliato. Sarei stato più contento se mi avessero fatto pagare una multa”

About Redazione

Leggi anche

SOCIAL, Il colpo di testa di Camoranesi

GoalOfTheDay RITORNO AL PASSATO – Poco fa tramite il proprio profilo Twitter, la Juventus ha …