ALLEGRI: “Le polemiche mi divertono, preferisco essere criticato ma vincente. Rabiot non è convocato, giocherà Perin in porta”

Le dichiarazioni del mister nella conferenza della vigilia di Juve-Samp

CONFERENZA – Ecco le risposte di Max Allegri ai quesiti della stampa nella vigilia della partita con la Samp, valevole per la sesta giornata di campionato:

“Dobbiamo cercare di giocare bene e vincere la partita. Sarà importante trovare la prima vittoria casalinga dopo aver vinto a La Spezia. Rabiot non è convocato: ha preso una botta in allenamento e per questo verrà preservato. Gli altri stanno tutti bene. Chiesa può giocare sia a destra che a sinistra e può cambiare la sua posizione anche durante la gara. Il Milan ha avuto l’occasione di darci la mazzata finale, per quanto riguarda le favorite è giusto che siano i rossoneri insieme a Napoli e Inter perché noi siamo in ritardo rispetto a loro. Dobbiamo fare un passo alla volta e vedere alla sosta di novembre in che posizione saremo. Per noi è stimolante scalare la classifica, ma per fare ciò serve continuità di risultati. Con lo Spezia abbiamo giocato un buon primo tempo, poi abbiamo preso i goal e rischiato di subire il 3-1. Siamo stati fortunati e bravi nel reagire. Chi è entrato ha fatto bene e questa dovrebbe essere la normalità. Perin è pronto, sta bene e sotto questo aspetto sono sereno. Bernardeschi potrebbe giocare dall’inizio, devo ancora decidere. I moduli dipendono dalle caratteristiche dei giocatori, cerco sempre di mettere in campo i giocatori nel loro ruolo ideale. Domani mattina deciderò se inizia Kean o Morata, ma cambia poco: quello che non parte titolare entrerà. A La Spezia abbiamo tirato 25 volte in porta, Locatelli va gestito: bisogna ricordarsi che lui viene dal Sassuolo e non è abituato a giocare ogni tre giorni. Bisogna tenere a mente che giocare Juve-Milan non è lo stesso di giocare Sassuolo-Milan. Cerco di ruotare il più possibile per fare rifiatare tutti a turno. Chiellini sta bene, per le legge dei grandi numeri magari inizieremo a non prendere goal. Sono convinto che alla fine riusciremo ad aggiustare anche l’aspetto dei goal subiti. Non ci sono problemi fisici, difendere fa parte del calcio. Bisogna sempre considerare che ci sono gli avversari. Mancano un po’ di risultati perché quando si vince si lavora con più fiducia. Ora dobbiamo pensare a battere la Samp che è una squadra che gioca bene, con un bravo tecnico. Man mano miglioreremo, la condizione migliorerà. Ci vuole più calma. Vediamo il bicchiere mezzo pieno. Ogni partita diventa bella se si vince, lo sapete anche voi. Ramsey è rientrato ora perché ha avuto un infortunio, Kulusevski lo metterei nella posizione di Dybala. Non ero più abituato alle polemiche, mi mancavano e mi divertono un sacco. Preferisco essere criticato ma vincente. La compassione la ha solo chi perde. Io non amo essere compatito, meglio essere criticato. Poi io leggo tutto e le critiche mi fanno bene, poi ci sono critiche che mi fanno ragionare, altre che mi fanno capire di fare l’esatto contrario. Rendono il lavoro più divertente. Giocano Perin e Bonucci, ve ne do due oggi dai. Bonucci è un giocatore importante, quando sta bene gioca. Arriverà il momento in cui dovrà riposare anche lui”.

About Redazione

Leggi anche

JUVE-ROMA, Allegri: “Non è una sfida tra me e Mourinho”

Massimiliano Allegri, nel corso della conferenza stampa odierna, parla di Mourinho e del suo rapporto …