ALLEGRI: “Zakaria ha fatto molto bene in allenamento, Vlahovic con Haaland tra i migliori al mondo. Zaniolo? Voi giornalisti siete incredibili!”

Le parole del mister alla vigilia della sfida contro l’Hellas Verona

CONFERENZA STAMPA – Giornata di vigilia per la Juventus che si appresta ad ospitare l’Hellas Verona all’Allianz Stadium. Per la prima dei nuovi Zakaria e Vlahovic, Massimiliano Allegri risponderà alle domande nella conferenza stampa della vigilia:

Su come cambia la sua Juve e sulla possibile titolarità di Vlahovic e Zakaria:

Ringrazio la società per il lavoro fatto, è arrivato Vlahovic che è un giocatore importante, ha fatto tanti gol e assieme ad Haaland è uno degli attaccanti più promettenti. Zakaria è un giocatore forte tecnicamente e sarà importante per noi. Ringrazio Bentancur e Kulusevski per quello che hanno fatto con questa maglia, augurando loro il meglio. L’obiettivo sarebbe stato il quarto posto anche senza questi innesti. Siamo arrivati alla parte decisiva del campionato: fino al 20 marzo avremo anche Coppa Italia e Champions.

Sul tridente:

Possono giocare tutti assieme, è ovvio che bisogna correre di più. Non si può pensare che bisogna pensare a fare tanti gol a partita, l’equilibrio va sempre considerato. Tudor sta facendo un grande lavoro e la Juventus non ha mai vinto negli ultimi 4 incontri con il Verona. Vlahovic e Zakaria hanno portato tanto entusiasmo, ma si rischia di andare fuori giri. Non dobbiamo pensare di spaccare tutto nei primi 10 minuti e poi staccare la spina. Serve equilibrio in tutto.

Su Zakaria:

L’ho visto in settimana, l’ho provato da interno di centrocampo e lo ha fatto molto bene. McKennie e Cuadrado saranno a disposizione, Bonucci non sarà della partita, Alex Sandro è negativo e da lunedì sarà a disposizione. Zakaria ha un buon passaggio, lunghe leve ed è stato un buon acquisto.

Su Morata e Dybala con l’acquisto di Vlahovic:

Con l’arrivo di Vlahovic le responsabilità a livello offensivo sono equamente distribuite, non possiamo pensare di addossare tutta la responsabilità addosso a lui. Bisogna migliorare la fase realizzativa, abbiamo lavorato bene durante la sosta e domani si gioca.

Sul mercato:

La società è stata molto brava, avevamo ben chiare le cose da fare per il mercato e ha anticipato i tempi. La Juve gioca sempre per vincere e questi due acquisti potrebbero aiutarci ad anticipare il processo. Il primo obiettivo resta il quarto posto.”

Sulla tattica e sulla personalità di Vlahovic:

Un ragazzo molto determinato, per lui è un grande salto. Con tutto il rispetto, arrivare dalla Fiorentina alla Juventus sarà un bell’impatto: giocherà ogni tre giorni. La differenza la farà la voglia di mettersi a disposizione. Tra l’altro, domani gioca Arthur: sono contento che sia rimasto. Ha tecnica, quando è stato chiamato a gara in corso o dall’inizio ha fatto molto bene. Abbiamo tante opzioni, anche con Locatelli squalificato.”

Sugli obiettivi:

La Juve gioca sempre per raggiungere gli obiettivi, mercato o non mercato. Se gli altri saranno più bravi, stringeremo loro la mano. Io parlo dal punto di vista tecnico, ma bisogna considerare il lato economico: bisogna fare i complimenti alle operazioni della società.

Su Ramsey:

Un bravo giocatore, purtroppo gli infortuni lo ha frenato e abbiamo deciso di proseguire per le nostre strade. Gatti è un ragazzo promettente e sono contento di averlo la prossima stagione.

Su De Sciglio e Danilo assieme:

“Si, è possibile. Alex Sandro non c’é. Danilo a destra e De Sciglio a sinistra.

Su Cuadrado:

Quando ci sarà bisogno di metterlo alto lo metterò alto, altrimenti basso. Le soluzioni ce le abbiamo, bisogna giocare di squadra. Non pensiamo che Vlahovic da solo possa risolvere i problemi, ma ci permetterà di migliorare.

Sulla rosa più forte del campionato:

Bisogna raggiungere gli obiettivi, non mi interessano questi discorsi. Non pensiamo a queste robe qua, la rosa è stata migliorata a gennaio, ma bisogna solo lavorare. Non dobbiamo finire fuori giri.

Su Inzaghi e Kulusevski:

Kulusevski ha fatto buone partite, poi sono arrivate delle offerte di mercato. Non possiamo avere tantissimi giocatori, bisognava prendere delle scelte. A livello economico sono state delle uscite ottimali, con tutto il mio dispiacere per averli persi. Le parole di Inzaghi? Difficilmente rientreremo per lo scudetto, a meno che svengano Atalanta, Napoli, Milan e Inter. Il traguardo è fuori portata, l’Inter resta la favorita. Simone, anche giustamente, dice che noi saremo protagonisti.

Su cosa lo ha impressionato di Vlahovic:

La sua voglia di migliorarsi. Lavora tutto il giorno e questo è un bene, mettersi a disposizione è una qualità. Vale per lui e vale per tutti.

Su Zaniolo:

Siete incredibili, fate finire almeno questo mercato! Pensiamo a vincere queste partite, concentriamoci sul da farsi e poi a giugno si vede.

About Redazione

Leggi anche

MERCATO, Luca Pellegrini ai saluti. Due le possibili strade per lui

Il terzino, non impiegato con continuità da Allegri, è pronto a lasciare Torino ARRIVEDERCI. Per …