BERHALTER, “McKennie ha compiuto enormi progressi. Reynolds? La serie A è un’ottima possibilità

In un’intervista per le pagine di TuttoSport, Gregg Berhalter, ct. della Nazionale USA, esalta le prestazioni e l’operato di Weston McKennie alla Juve ribadendo ciò che aveva già affermato a Settembre, sempre per il quotidiano sportivo, quando aveva assicurato:

Juve, ti innamorerai di McKennie

E così è stato! L’inserimento del 22enne texano è stato rapido e l’impatto ottimo, in quattro mesi ha conquistato dirigenza, staff tecnico, compagni e tifosi.

Il tecnico,poi, non si dice affatto sorpreso della velocità con cui McKennie è diventato titolare nella squadra di Andrea Pirlo:

Conosco benissimo le qualità e il carattere di Weston. McKennie ha uno stile di gioco e uno spirito che risultano sempre importanti nell’economia di una squadra. Lo è per la nostra Nazionale ed ero sicuro lo sarebbe diventato anche per un top club come quello bianconero.”

Anzi, Berhalter pensa anche che la Juve lo abbia notevolmente migliorato:

E’ soltanto l’inizio. Weston è giovane e ha ancora ampi margini di miglioramento. Sicuramente in questi mesi italiani ha compiuto progressi importanti nel tempismo e nella velocità di pensiero. Da quando è alla Juventus, McKennie in campo prende decisioni migliori e più velocemente. Quando ti confronti quotidianamente a un livello superiore con Cristiano Ronaldo e gli altri campioni bianconeri, cresci per forza se hai voglia di imparare. E Weston è uno che vuole raggiungere il top.”

Poi all’allenatore viene chiesto di un altro suo pupillo e caso caldo del calciomercato bianconero: il giovane Reynolds e, se il 19enne del Dallas ricordi o meno l’idolo di Berhalter: Antonio Cabrini

No, Bryan ha caratteristiche più offensive: è molto dinamico e ha un’eccellente abilità nel dribbling, nei cross e negli assist. È un talento eccezionale, però è giovane e deve lavorare ancora molto soprattutto dal punto di vista difensivo.”

Poi, essendo il giovane terzino nel mirino di Juve, Roma e Bruges, Berhalter non si sente di dare un consiglio al suo giocatore, ma afferma che per lui poter giocare in squadra con un altro americano potrebbe essere un’ottima possibilità:

Sono scelte personali. Detto questo, la Serie A è come una Università per i difensori e in Italia sicuramente Reynolds avrebbe la possibilità di completarsi. Penso che giocare con un altro americano, e in un top club come la Juventus, sia una bella possibilità. Ma non la priorità assoluta. Vedremo.”

Che le parole di Berhalter possano essere nuovamente profetiche, come lo furono per Weston McKennie?

About Redazione

Leggi anche

DYBALA, La storia Instagram che sta facendo impazzire i tifosi bianconeri

La storia pubblicata da Paulo Dybala per festeggiare gli anni di Miralem Pjanic, sta scatenando …