CABRINI sul rinnovo di Dybala: “Le qualità non si discutono, ma conta anche il fattore economico”

Le parole dell’ex difensore della Juventus sull’attaccante argentino.

DICHIARAZIONI Antonio Cabrini, ex difensore della Juventus dal 1976 al 1989 e Campione del mondo con la nazionale italiana nel 1982, nel corso di un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha parlato di Paulo Dybala e del suo tanto agognato rinnovo:

“Paulo Dybala non è certo un giocatore che scopriamo adesso o che ha ancora bisogno di dimostrare qualcosa: quando è nel pieno della condizione è un elemento di primo livello che può cambiare le sorti di una squadra. Però valutare se, come e per quanto rinnovargli il contratto è un discorso su cui non ci si può esporre dall’esterno, perché dipende da tutta un’altra serie di fattori, legati soprattutto all’idea e alla politica della società. A prescindere del valore del giocatore dipende il club deve tenere conto dei fattori economici, dei tempi, del momento in cui si trova, dei programmi per il futuro. Queste sono scelte che solo chi ha il quadro d’insieme può fare. Sicuramente quando sta bene la qualità dell’argentino non si discute e la abbiamo vista anche in questa stagione, anche se poi dipende anche da come lo fa giocare l’allenatore, dal modo in cui lo utilizza e da cosa gli chiede. Però lui può ricoprire il ruolo sia di seconda punta che di trequartista dietro gli attaccanti, garantendo in entrambi i casi i gol. Sicuramente avere un centravanti importante al suo fianco può aiutarlo, ma soprattutto la questione è costruire un apparato offensivo che gli permetta di rendere al meglio. Ritengo che davanti Allegri abbia gli uomini per crescere molto sotto il punto di vista offensivo, è solo una questione di condizione fisica, di stato di forma e di automatismi, ma resta un reparto di ottimo livello. Come quello difensivo, che infatti dopo qualche problema iniziale adesso funziona bene. Vedremo già a gennaio”.

About Redazione

Leggi anche

TUTTOSPORT, Dybala, ma cosa fai?

L’esultanza stizzita della ‘Joya’ non è stata gradita dalla dirigenza della Juve. Questa sera l’argentino …