CALDERON: “Nessuno ha la determinazione di Ronaldo. Il Real non ha trovato il sostituto”

L’esperienza di Cristiano Ronaldo al Real Madrid è stata indimenticabile e difficilmente rimpiazzabile. Ne parla uno dei protagonisti.

MADRID – A Calciomercato.it l’ex patron del Real Madrid Ramon Calderon ha commentato la scelta di acquistare Ronaldo, le sue qualità e le difficoltà del Real nel sostituirlo.

Sulla forza di CR7

Ci sono pochi calciatori col talento di Cristiano Ronaldo, ma nessuno con la sua determinazione di essere il migliore al mondo. Il Real Madrid si è sicuramente pentito di averlo ceduto e lo riprenderebbe di corsa. Con i Blancos, Cristiano ha inciso tanto ed è stato cruciale per i successi del Real”

Sul potenziale sostituto del portoghese

“Non saprei nello specifico, ma una cosa è sicura: la partenza di Cristiano Ronaldo pesa ancora tanto, perché il Real non è riuscito a colmare il vuoto offensivo lasciato dal portoghese. Ragion per cui, servirebbe un attaccante capace di coprire tale ruolo. Il Real Madrid non è riuscito a farlo in questi anni e si è visto soprattutto in Champions. Personalmente, ho impiegato due anni per convincere Cristiano Ronaldo a venire al Real Madrid e poi siamo stati felici per nove. Adesso, al Real serve uno che la metta dentro con il ritmo e la qualità di CR7″

Sul Zidane allenatore

Ha dimostrato di essere un grande allenatore. Ed essendo stato una grande stella in passato, è in grado di gestirne tante altre nello spogliatoio. Io credo che, se è stato capace di allenare il Real Madrid, può gestire qualsiasi club. E come ha vinto con i Blancos, sono sicuro che possa replicarsi ovunque dovesse andare. Poi, spero che non sia finito il ciclo di Zidane a Madrid: solamente un allenatore è rimasto sulla panchina del Real negli ultimi 47 anni è restato per almeno tre anni. Io scelgo ancora lui per il futuro dei Blanco”

(Su Ronaldo leggi il nostro editoriale di oggi, cliccando qui)

About Redazione

Leggi anche

INCHIESTA JUVE, Si infittisce il mistero intorno alla carta di CR7

La Procura di Torino prosegue la ricerca di questo documento che potrebbe imprimere una svolta …