CAUSIO: “Chiesa deve crescere nella fase di non possesso. La Juve ha vinto tanto con atteggiamento da provinciale”

Le parole del campione del mondo 1982 alla ‘Gazzetta dello Sport’

CAUSIO – 13 anni complessivi di Juventus per Franco Causio, il barone della fascia bianconera e della nazionale campione del mondo 1982. La sua rapidità e la sua abilità nel dribbling possono essere paragonate alle qualità di Federico Chiesa, vero e proprio patrimonio bianconero. Ai microfoni della ‘Gazzetta dello Sport‘, Causio ha parlato proprio dell’ex Fiorentina, oltre che dell’imminente esordio in stagione dei bianconeri:

Chiesa esterno migliore del campionato? Secondo me non è un esterno, ma quasi un attaccante. Ha forza, calcia bene, ma deve crescere nella fase di non possesso. Se lo farà, diventerà devastante. Vedo una stagione di grandissimi miglioramenti per lui e con Allegri può crescere tantissimo. Può farlo soprattutto in Champions, perché il livello del campionato italiano non ti permette il salto di qualità. Più forte del padre? Ruoli diversi: il padre era più attaccante, lui può fare anche il tornante. Il padre vedeva molto di più la porta, ma su questo Federico può migliorare. Come immagino Udinese-Juve? Due squadre che preferiscono aspettare per poi ripartire. La Juve dovrà fare qualcosa in più, ma nella sua tradizione ha vinto tanto con un atteggiamento rinunciatario, quasi da provinciale.”

About Redazione

Leggi anche

JUVE-MILAN, Chiesa verso la panchina: la probabile formazione

A riportarlo è ‘TMW’ QUI JUVE – Prosegue la marcia di avvicinamento al big match …