BONUCCI: “C’é un problema mentale nei singoli e nella squadra. Szczesny deve stare tranquillo”

Le parole del centrale bianconero in conferenza

CONFERENZA STAMPA – Al fianco di Massimiliano Allegri per la conferenza della vigilia di Champions League c’è Leonardo Bonucci. Ecco le sue parole:

Sul momento della squadra:

C’é un problema di continuità mentale della squadra e dei singoli. Dobbiamo lavorare nella testa e sul campo, se non mettiamo tutte le energie possibili in campo rischiamo di vivere situazioni simili a Udine e Napoli, rischiano di essere un po’ troppe. Solo con il gruppo possiamo trovare nuovamente la vittoria, questa non può essere la Juventus. Vogliamo guardare oltre.

Sul più grande miglioramento che ci si aspetta domani:

Non cercare alibi, bisognerà entrare in campo con la consapevolezza di voler trasmettere ai giovani che indossare la maglia della Juventus non è come indossare qualunque altra maglia. Niente è scontato e la Juve lo ha dimostrato vincendo tanto con sacrificio e determinazione. Tutto a patto che il singolo sia in grado di mettersi a disposizione del gruppo.

Sulla pressione:

Avere la pressione addosso è normale, ma se giochi nella Juventus devi essere abituato. Non reggere la pressione qui non ti permetterebbe di giocare. Vogliamo vincere per guardare con positività alle prossime partite.

Sullo sforzo ‘minore’ in una competizione come la Champions rispetto al campionato:

Se vogliamo vincere non c’é Champions, campionato o coppa Italia che tenga, non si cercano alibi. Bisogna solo lavorare, se si dà il 100% si può vincere sempre e comunque.”

Sul rapporto col mister:

C’é sempre stato rispetto e stima reciproca, non ci siamo mai lanciati frecciatine. C’é sempre stato un rapporto schietto, è chiaro che bisogna essere sempre schietti in un rapporto. Nonostante quello che per tutti è stato l’episodio spiacevole tra me ed Allegri, negli anni di Allegri ho giocato molto di più rispetto agli altri anni. Io sono qui perché mi sento responsabile, mi sento responsabile per quello che ci sta succedendo e ci metterò sempre la faccia, qualunque cosa succeda

Su un confronto con Szczesny:

Dopo il Napoli ha parlato solo il mister, come è giusto che sia. Tek deve stare tranquillo e sereno, dobbiamo restare concentrati. Questo periodo passerà, tocca a noi farlo passare il prima possibile.

Sul Malmo:

Abbiamo studiato insieme a Kulusevski ed il mister il nostro avversario. Sappiamo di arrivare in un ambiente caldo, ma a noi interessa soltanto vincere e portare a casa i 3 punti.

Sul perché delle prestazioni opposte tra i giocatori bianconeri alla Juve ed in nazionale:

Il fatto di essere concentrati e capire che essere alla Juventus significa avere la fiducia di tutto l’ambiente. In nazionale alcuni di loro mi sembrano più tranquilli a livello mentale, noi più anziani dobbiamo far capire loro che sono dei grandi giocatori e che devono esprimere le loro qualità migliori. Quando si scende in campo bisogna divertirsi, in modo da dare il massimo.

About Redazione

Leggi anche

SOCIAL, Il ‘Goal of the Day’ lo segna Zidane!

Il gol del francese contro il Feyenoord è datato 17 settembre 1997 GOAL OF THE …

COMMENTA