CORSERA, Superlega, il muro contro muro destinato a non durare

Prosegue lo scontro tra Juventus e FIGC sulla questione Superlega

AVANTI AD OLTRANZA – La questione sull”affaire Superlega‘ tiene banco in queste ultime battute del campionato con lo scontro dei due fronti, ovvero la Juventus da un lato, spalleggiata da Barcellona e Real Madrid, e il fronte UEFAFIGC dall’altro. La vecchia signora non vuole mollare di un centimetro l’idea della nuova competizione che rivoluzionerebbe il sistema calcio europeo, mentre il presidente FIGC Gravina resta inamovibile:

La Juve resta fuori dal campionato se non si ritira dalla Superlega. C’è una norma molto chiara del CIO che è quella dell’esclusività della competenza dei gestori dello sport. Se la società non dovesse accettarlo mi dispiace, sarebbe fuori.

BATTAGLIA LEGALE – Ciò che è certo è la posizione dominante della UEFA, che di fatto limita la libera concorrenza e monopolizza il calcio europeo. Le tre squadre del fronte ‘separatista’ sono in procinto di rivolgersi ad un tribunale anti-trust spagnolo per provare a rivoluzionare l’intero sistema calcio, oltre a chiedere i danni ai club inglesi che hanno fatto un passo indietro sulla neonata (o forse mai nata) competizione.

About Redazione

Leggi anche

TEBAS: “La Superlega è un progetto morto. Sono tre naufraghi su una barca”

Il punto di vista del presidente della Liga spagnola LE DICHIARAZIONI – Tebas, presidente della …