DE LIGT si racconta: “Alla Juve conta solo vincere. Mckennie? Il più simpatico”

Le parole del difensore bianconero.

DICHIARAZIONI – Matthijs De Ligt, nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Paramount Plus, ha parlato di quelle che sono le differenze tra l’Ajax, sua ex squadra, e la Juventus. Inoltre, ha analizzato i suoi tre anni in bianconero. Di seguito le parole del centrale olandese riportate da Gianlucadimarzio.com:

Sulle differenze tra il calcio olandese e quello italiano:

“Qui ogni partita è difficile. All’Ajax, quando vincevamo una partita contro la quindicesima in classifica meno di 2-0, i tifosi erano delusi. Il primo anno qui sono rimasto sorpreso del fatto che quando si vinceva 1-0 con l’ultima, erano contenti. Dicevo sì, abbiamo vinto, ma dovevamo segnare più gol. E invece no, loro erano contenti perché il livello delle squadre di bassa classifica è più alto.

Sul rapporto con campioni del calibro di Cristiano Ronaldo e Chiellini:

“Inizialmente era difficile perché io sono un ragazzo molto rispettoso. Forse lo ero anche troppo nei loro confronti. Poi ho capito che siamo tutti parte della stessa squadra e allora si diventa colleghi o anche buoni amici”.

Su Mckennie:

“Mckennie è sicuramente il più simpatico. Sembra che viva in un mondo a parte ed è molto divertente. Dal suo arrivo poi è migliorato molto anche in campo. In ogni squadra serve un giocatore del genere, che faccia divertire.”

About Redazione

Leggi anche

MERCATO, Bremer tra Inter e Juventus. Il punto della situazione

Il difensore granata è il gioiello del mercato per la difesa. IL PUNTO – Gleison …