DYBALA, La Juve in mano

La Joya ha parlato di sé in un intervista doppia con il tennista Matteo Berrettini sul canale YouTube dell’Atp.

CENTRALITÀ – Il numero 10 bianconero è da sempre il giocatore più tecnico, quello più qualitativo, quello che rispetta i crismi della bandiera. Paulo Dybala ha 28 anni e a quella maglia pesante che indossa ormai da tempo sembra non essersi del tutto abituato. Gli infortuni e un rendimento discontinuo hanno sempre fatto di lui ‘soltanto’ la guida de iure di questa squadra. In questo momento, però, è l’ancora della Juventus, il vessillo che sventola più in alto. Lui e il finalista di Wimbledon si sono raccontati a vicenda, fra idoli comuni e passioni. Entrambi innamorati di Roger Federer, anche se il vero idolo del talento di Laguna Larga – come riporta Tuttosport – è Ronaldinho. Il Gaucho è per lui un mito assoluto, per la classe e per come si divertiva in campo.

RICORDI – I due campioni hanno passato in rassegna i momenti più importanti delle rispettive carriere, come l’esordio in nazionale e la finale di Champions a Cardiff per Dybala e la finale di Wimbledon giocata a luglio per Berrettini. L’attaccante bianconero ha parlato dei mostri sacri con cui ha giocato in carriera: Buffon, Dani Alves, Cristiano Ronaldo, Messi, tutta gente di un certo calibro da cui ha imparato tanto.

IN CAMPO – Anche oggi contro la Fiorentina l’argentino scenderà in campo, coadiuvato da Morata e Chiesa. Allegri si aspetta da lui un’altra prestazione da leader vero, capace di trascinare la squadra come ha fatto contro lo Zenit. Appuntamento alle 18 allora. Vietato sbagliare.

About Redazione

Leggi anche

GAFFE REPORT, La reazione dei social

La trasmissione di Rai 3 dedicherà questa sera una puntata alle indagini della Procura di …