EX JUVE, Zoff: “Con questa squadra posso andare anche io in porta!”

Le parole dell’ex portiere bianconero, Dino Zoff, in merito alla nazionale italiana

LE DICHIARAZIONI – Intervistato in esclusiva dalla Gazzetta dello Sport, Dino Zoff parla della nazionale italiana, reduce da una positiva vittoria per 3-0 contro la Turchia. Di seguito, alcune delle sue parole.

Cosa le piace di più di questa Italia?

Che mostra un calcio bello, efficace ed equilibrato. Nell’Italia che ha battuto la Turchia in porta potevo giocare anch’io. Nel senso che la squadra è stata sempre compatta e non è mai andata in difficoltà

Si difende correndo in avanti. Questo è un buon segnale, giusto?

Certo. Ma la cosa più importante è che la squadra resta molto corta e ci sono buoni sincronismi, che reggono anche con interpreti diversi

Sull’imbattibilità che dura da nove partite:

Ed è frutto del lavoro svolto da Mancini, perché tra l’altro ci sono stati uomini diversi utilizzati in questo filotto

Donnarumma potrebbe battere il suo record di porta inviolata:

E ne sarei felice, perché significherebbe arrivare sino in fondo a Wembley. Ma anche se Donnarumma ne subisse uno cambierebbe poco, il gruppo ha le risorse per essere competitivo, per ribaltare le situazioni. Può capitare e non deve diventare un problema

Cosa non la convince?

Gli azzurri hanno giocato molto bene, ma attenzione: la Turchia ha fatto davvero male. Con il centravanti isolato lì davanti, hanno cercato lanci lunghi senza speranza, oppure provavano a ripartire con triangolazioni basse che consentivano ai nostri di andare a nozze col pressing alto portato bene. Arriveranno squadre capaci di organizzare un contropiede più decente, come faceva la mia Juve contro il Milan di Sacchi e degli olandesi nel 1990. E allora bisognerà che tecnico e giocatori trovino le giuste contromosse per evitare pericoli

About Redazione

Leggi anche

DE ZERBI: “Chiellini merita il Pallone d’oro per lo spirito che ha messo all’Europeo”

Il ricordo della notte di Wembley è ancora nitido. E può regalare il premio individuale …