FOCUS, Mai una Joya: tutte le colpe di Paulo Dybala

Dybala promesso sposo dell’Inter: scelta professionale o ripicca verso la società?

SMACCO – A 3 mesi dalla rottura ufficiale tra la Juventus e Paulo Dybala, il futuro dell’attaccante argentino appare sempre più definitivo. L’accordo con l’Inter sembra imminente: un destino che sembra segnato, forte anche di quel rapporto di stima assoluta che intercorre tra la Joya e Beppe Marotta che lo corteggia da mesi. L’accordo economico non è stato ancora ufficializzato, ma la trattativa sta volgendo verso le battute finali: Dybala sarà un nuovo attaccante nerazzurro. Questa è sicuramente la scelta più dolorosa per il cuore dei milioni di tifosi bianconeri che hanno visibilmente emozionato il calciatore nell’ultimo saluto allo Stadium, il 16 Maggio 2022. Appare quindi un vero e proprio smacco quello dell’argentino, che al rispetto dei tifosi ha preferito la rivincita personale contro una dirigenza che ha deciso di non continuare ad investire sulle sue immense qualità tecniche. Eppure nei 7 anni di Juventus Paulo è cresciuto, si è affermato come calciatore, ha vinto molti trofei ed è stato anche protetto e coccolato nei momenti di difficoltà e durante le sue lunghe pause.


Arrivato poco più che bambino, il calciatore di Laguna Larga è diventato uomo facendo breccia nel cuore dei tifosi. E adesso i tifosi si sentono traditi da quel legame con il calciatore, che è stato molto più forte delle critiche, degli infortuni e di qualsivoglia analisi tecnica. Dybala non è riuscito a trascinare la Juventus malgrado i mezzi tecnici quasi infiniti. La società ci ha provato ad affidargli il ruolo di leader della squadra, specialmente dopo la cessione di quel Cristiano Ronaldo che per 3 stagioni lo ha relegato al ruolo di spalla, offuscandone ruolo e visibilità. Dopo la cessione dell’asso portoghese, Paulo però non è riuscito a gestire la pressione e non è stato accompagnato da una condizione fisica che nelle ultime stagioni lo ha spesso tormentato. E dopo 7 stagioni e 115 gol, consacrati con l’ingresso nella top 10 dei marcatori della storia bianconera, la Juventus ha preso una decisione netta e forse impopolare: rinunciare al talento di un calciatore tecnicamente quasi indiscutibile. L’Inter oggi rappresenta un palcoscenico importante a livello nazionale, essendo tornata ai vertici da qualche stagione. Certo che una scelta sportiva di natura diversa, sarebbe stata molto più apprezzata dall’intero mondo bianconero. Dybala avrebbe potuto rispettare l’amore di un popolo che lo ha osannato per anni e invece ha scelto la voglia di rivincita scegliendo il nemico sportivo numero 1 del popolo bianconero. Un vero peccato perché una storia d’amore cosi pura e sincera meritavano un epilogo decisamente diverso.

About Francesco Barbaro

Leggi anche

FOCUS, Una Juve che sogna in grande

L’arrivo del Fideo oltre all’attesa per la firma di Pogba: la nuova Juventus prende forma …