FOCUS, Mentre le grandi cadono, l’Italia ha sempre più chance di arrivare in fondo

Euro2020 si sta rivelando una competizione ricca di sorprese e colpi di scena

EUROPEO IMPREVEDIBILE – All’inizio di questo torneo la Nazionale Italiana era vista quasi come un outsider per la mancanza di conclamati campioni, mentre altre selezioni, Francia su tutte, si aggiudicavano di diritto la nomea di favorite. Contro ogni pronostico però, già gli ottavi di finale hanno regalato esiti incredibili e le grandi Nazionali sono cadute come mosche negli scenari più insperati. Prima l’Olanda crolla sotto i colpi di una super Repubblica Ceca grazie alla collaborazione di uno sciagurato De Ligt, poi è il turno del Portogallo che gioca bene, crea tanto ma esce in maniera sfortunata contro un pessimo Belgio. Ieri si è aggiunta anche la Francia, e cioè la squadra con le migliori individualità del torneo, che si è arresa ai rigori contro una straordinaria Svizzera, mentre oggi toccherà la stessa sorte a una tra Germania e Inghilterra. Che bello l’Europeo delle sorprese!

BELGIO-ITALIA – Se la Francia ha peccato di immodestia come spesso è accaduto nella sua storia, lo stesso non potrà mai capitare tra Belgio e Italia. Gli Azzurri devono giocare con la consapevolezza di poter ribaltare i pronostici senza sottovalutare gli avversari, mentre i Diavoli rossi hanno sempre un po’ timore della nostra Nazionale. Senza dubbio l’Italia non ha brillato con l’Austria, ma il Belgio ha giocato una partita a limiti dell’osceno con il Portogallo. La fortuna ha voluto che l’unico tiro della partita belga fosse mal letto da Rui Patricio, ma il risultato non può sempre trascendere dalla prestazione di squadra, specialmente nei tornei a eliminazione diretta. La realtà è che senza gli acciaccati De Bruyne e Hazard, il Belgio è una squadra battibilissima, di cui non avere minimamente paura. Se dovessero rientrare questi due si alzerebbe notevolmente il tasso tecnico, ma l’Italia dei 30 risultati utili consecutivi dovrà essere pronta a contrastare le loro offensive. Dal canto nostro, non si potrà prescindere da Re Giorgio Chiellini, unico difensore capace di sovrastare Lukaku come dimostrano i precedenti. Gli Azzurri devono credere di poter arrivare fino in fondo, a maggior ragione dopo l’impronosticabile debacle francese. Magari manca in rosa qualche campione alla Benzema, ma in quanto gruppo non abbiamo niente da invidiare a nessuno. Venerdì sera ci sarà il prossimo appuntamento in cui dimostrarlo.

About Matteo Lefons

Leggi anche

FOCUS, Arthur: l’uomo d’ordine che vuole conquistare la Juve

Il brasiliano, ristabilito dopo l’infortunio, può far decollare una squadra che stenta ad imporre il …