GAZZETTA, Juve sotto esame

Svanito il sogno scudetto, la Juventus deve blindare il piazzamento Champions League dall’assalto di Roma e Atalanta, con tanti uomini sotto esame per un futuro a tinte bianconere

ESAMI – Una Coppa Italia da vincere e 7 partite di campionato per conservare il quarto posto: questi gli obiettivi di casa Juventus per il finale di stagione che si preannuncia decisivo non solo in chiave classifica e trofei, ma anche per il futuro di alcuni giocatori della vecchia signora. Analizziamoli caso per caso.

MORATA – Primo su tutti Alvaro Morata: le cifre pattuite con l’Atletico Madrid per il riscatto dello spagnolo (35 milioni) non entusiasmano il club di via Druento, ma si può trattare coi colchoneros in modo da trovare una soluzione che vada bene a tutti.

LUCA PELLEGRINI – L’esterno ex Genoa ha ben figurato durante questa stagione quando è stato chiamato in causa. Tuttavia, nelle priorità di calciomercato estivo, figura un terzino sinistro che possa offrire un’alternativa ad Alex Sandro: una cessione in prestito potrebbe fare al caso suo.

KEAN – Moise non sembra aver convinto la società e nemmeno Massimiliano Allegri, ma la formula con cui è approdato alla Juventus (prestito biennale con obbligo di riscatto dall’Everton) non permette grandi margini di manovra.

DE SCIGLIO – Discorsi più che avviati quelli per il rinnovo di Mattia De Sciglio, fedelissimo di mister Allegri che ha convinto tutti con ottime prestazioni. Determinante la sua presenza durante il lungo stop di Danilo, la sua permanenza non dovrebbe essere in discussione.

ARTHUR – L’infortunio di Locatelli lo rende un giocatore indispensabile per le rotazioni in mediana. Inoltre, l’investimento fatto nell’affare che ha coinvolto anche Miralem Pjanic è fin troppo importante per poter pensare ad una plusvalenza in caso di cessione, ma la soluzione del prestito biennale sarebbe gradita dalla società.

BERNARDESCHI – Il nodo contrattuale riguardante l’esterno campione d’Europa blocca il matrimonio tra la vecchia signora e l’ex Fiorentina: 4 milioni la richiesta di Bernardeschi, 2 milioni l’offerta di Arrivabene e soci. Il finale di stagione può rappresentare una vetrina per un giocatore che ha mercato per potersi garantire un futuro in Serie A.

About Redazione

Leggi anche

PIMENTA, ANTUN, PASTORELLO E TORCHIA: LA JUVE NELLA GIUNGLA DEI PROCURATORI

Fanno da tramite tra calciatori e dirigenti, rappresentano gli interessi del giocatore, il telefono è …