JUVE-CAGLIARI, JOAO PEDRO: “Mio figlio mi ha detto come esultare”

Quattro giorni alla ripresa del campionato dopo la sosta per le Nazionali. Sabato 21 La Juventus ospita un Cagliari, caricato a molla dal suo uomo più rappresentativo, Joao Pedro. Intervistato da Tuttosport, l’attaccante brasiliano affronta diversi temi e si prepara alla sfida ai bianconeri.

MOMENTO MAGICO-Sta attraversando un periodo molto positivo Joao Pedro con 5 reti nelle ultime 5 partite, testimonianza tangibile della maturità del calciatore che ha saputo alzare l’asticella delle proprie prestazioni. Merito anche della crescita della squadra: “Le due cose, unite, hanno prodotto questo risultato- spiega l’attaccante- Si può aggiungere ancora qualcosa, ma ora ho finalmente acquisito la mentalità giusta: so che, anche se è sempre difficile, posso fare la differenza a certi livelli, dove la concorrenza è molto grande. Ma so pure che nel calcio tutto è un attimo”

DAL PADRE AL FIGLIO AL NIPOTE- Dietro la crescita umana di Joao c’è sicuramente il padre: “che mi ha preparato a tante cose che mi sarebbero accadute”. Il segreto della maturazione professionale risiede, invece, nelle idee di chi lo ha guidato dalla panchina: “Nel mondo del calcio ho cercato di rubare qualcosa a tutti gli allenatori che ho avuto”. La punta brasiliana ha ben impressi nella mente gli insegnamenti ricevuti e conta di metterli in pratica nella gara con la Juventus di sabato prossimo, dove, qualora riuscisse a timbrare il cartellino, avrebbe pronta l’esultanza suggeritagli dal figlio: “E’ una sorpresa- sorride Joao Pedro– ma sono convinto che piacerà, se faccio gol”.

About Redazione

Leggi anche

RONALDO, Solo uno in serie A meglio di lui

La Juventus può contare sulle reti del fuoriclasse portoghese. Il bomber lusitano può vantare una …