KULUSEVSKI: “Ero triste per aver infettato qualcuno, ma non avevo sintomi. Odio social? Sono abituato”

Le parole dell’esterno della Juventus

SVEZIA – La nazionale svedese ha riabbracciato Dejan Kulusevski dopo la notizia del tampone negativo del giocatore juventino. L’esterno della Juventus ha saltato la gara inaugurale pareggiata 0-0 con la Spagna, mentre è stato in panchina per tutto il match con la Slovacchia. Dal ritiro degli scandinavi, Kulusevski ha parlato della sua esperienza con il Covid-19, spiegando le circostanze del contagio:

Difficile restare a casa e guardare. Mi emoziono ancora di più quando a giocare è la Svezia. Non ero triste, volevo solo guarire in fretta. Non conosco nessuno che è guarito dal Covid-19 dopo una settimana. Ero triste solo per aver infettato qualcuno, ma non avendo sintomi non potevo saperlo. Ho mangiato con la mia famiglia a cena, avrei dovuto fare più attenzione, ma non potevo chiudermi nel garage. Odio social? Ci sono abituato, non posso controllare i pensieri degli altri. Ho sentito tante persone dalla mia parte e il loro amore nei miei confronti, chiedevano delle mie condizioni. Passare dal divano agli Europei non è facile, ma mi sento pronto per giocare.

About Redazione

Leggi anche

DE ZERBI: “Chiellini merita il Pallone d’oro per lo spirito che ha messo all’Europeo”

Il ricordo della notte di Wembley è ancora nitido. E può regalare il premio individuale …