LA PAZIENZA E’ LA VIRTU’ DEI FORTI. IL PREMIO E’ UN WEEKEND SUL PODIO

Finisce 2 a 0 il big match dell’Allianz Stadium tra Juventus e Roma. A segno Ronaldo e Ibanez (autogol). I bianconeri superano i giallorossi anche in classifica e scalano sul podio. Sono terzi dietro Milan e Inter.

LA PAZIENZA E’ LA VIRTU’ DEI FORTI – Non solo perché la Juventus di Andrea Pirlo dopo qualche scivolone di troppo sembra finalmente aver trovato la propria solida quadratura e sicurezza, dimostrando che, tempo al tempo, i valori su carta vengono fuori e che il campionato è tutt’altro che discorso tra milanesi. Il noto motto è infatti anche il film della partita vista quest’oggi.

LA ROMA GIOCA, LA JUVE VINCE – E’ infatti la Roma a fare la partita. I giallorossi palleggiano, tengono il pallino del gioco, schiacciano i bianconeri nella propria area. Risultato? Inconcludente. I tiri in porta sono pochi e tardivi. Merito di una Juventus che, con pazienza, tira fuori una delle migliori prove difensive di quest’anno. Bonucci e Chiellini tornano professori, generoso e tutto cuore Chiesa, Alex Sandro ritrovato, prezioso Danilo. I giallorossi arrivano sulla linea di fondo, si spingono sino al limite dell’area, ma da li in poi non si passa, l’area è una rete di maglie bianconere. La linea difensiva, oggi saggiamente tenuta più bassa rispetto al solito da Pirlo, regge l’urto e evita le imbucate in velocità della Roma. La Juventus è calma, si sacrifica, non si scompone e dimostra nervi saldi. Risultato? Avversario detonato…

COGLI L’ATTIMO – Al resto ci pensano i singoli bianconeri. Ronaldo, che al 13′ tira fuori un gol tutto senso del gol e precisione molto più difficile di quanto possa sembrare a primo impatto per il vantaggio bianconero. Cuadrado e Kulusevski, che appena entrati (azzeccati i cambi di Pirlo) al 69′ provocano l’autorete di Ibanez che mette fine alla gara. Pirlo trova una Signora cinica e essenziale. Aspetta, pazienta, e colpisce al momento giusto. Carpe diem. A dimostrazione che ogni tanto, la palla, bisogna saperla lasciare agli altri.

MORALE E CLASSIFICA – E’ un’altra importante prova del 9 superata per la Juventus di Pirlo, ancora vogliosa di capire quanto lontano si può spingere. Intanto, passo passo, la risalita la colloca sino al terzo posto in classifica, che vuol dire podio, e piena corsa scudetto. Soprattutto visti gli ultimi segnali, che per ora sono incoraggianti e lasciano presagire che il bello per i tifosi bianconeri debba ancora arrivare. Gli altri dati, molto più sostanziosi, arriveranno nel corso della prossima settimana. Inter e Napoli sono avvisate.

About Beatrice Canzedda

Leggi anche

IL NUOVO ANDREA E LA TATTICA AMMAZZA-BIG

Un nuovo Pirlo, una nuova Juventus. La tattica “ammazza-big” impostata e messa in pratica con …