LA STAMPA, Essere da Juve

La squadra prima di tutto, una mentalità insita nella storia bianconera che oggi sembra venuta meno.

APPARTENENZA – Lo sfogo di Allegri dopo il fischio finale della partita contro il Milan certifica qualcosa di inedito: alla Juventus sta venendo meno quel senso di appartenenza unico che ha contraddistinto i grandi campioni del passato, quelli che arrivavano dalla provincia e, in bianconero, diventavano campioni, sia dentro che fuori dal campo. La storia bianconera ce ne restituisce in quantità, da Boniperti, a Scirea, a Platini fino ad arrivare a Conte e Del Piero. Giocatori che hanno inserito la loro storia in un percorso più grande, diventando simboli che rimarranno per sempre nella storia del club. Massimiliano Allegri lo sa e sta cercando di spronare da ormai diverso tempo alcuni dei suoi giocatori, di cui riconosce il grande valore tecnico. Alla Juventus, la squadra va sempre sopra al singolo. Per ripartire, c’è bisogno della consapevolezza di tutti.

About Redazione

Leggi anche

SCONCERTI su Zenit-Juve: “Ho visto una squadra più offensiva ma manca un’idea di costruzione del gioco”

Mario Sconcerti ha detto la sua sulla prestazione della Juventus vista nel match di Champions …