L’ORA DELLA VERITA’

Sale la pressione in casa Juventus….e non potrebbe essere altrimenti. Finalmente torna la Champions, di fronte nuovamente il Porto. I bianconeri sono chiamati a ribaltare il 2 a 1 dell’andata. L’ora della verità attesa da quell’amaro 17 febbraio è arrivata

TORINO – Nel mezzo c’è stata la Serie A (ultima tappa la vittoria contro la Lazio indispensabile per il morale e per arrivare a vele spiegate all’appuntamento di stasera), ma è innegabile che una buona fetta dei sonni bianconeri dalla sconfitta del do Dragao in poi siano stati occupati dalla prospettiva della gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League e da una sola parola: rimonta. Il gol salva-vita di Chiesa nel primo round della sfida contro i portoghesi scorre in loop..li a ricordare che basta poco – anche solo una vittoria per una rete a zero – per passare il turno, ma altrettanto facilmente si può cadere nella tela di Conceicao e perdere definitivamente il treno per l’Europa. Sarà questione di approccio…quello sbagliato due settimane fa e che oggi non può che essere la conditio sine qua non per gli uomini di Pirlo. “Non possiamo permetterci di regalare neanche un secondo” ha detto il tecnico in conferenza. Ecco che allora l’ex Maestro del centrocampo potrebbe lanciare dal primo minuto il rientrante Arthur, anche viste le condizioni di Bentancur, ancora a parte. Il brasiliano può essere però soprattutto la chiave in impostazione per aggirare la pressione portoghese e lanciare sin da subito un messaggio: tenere in mano il pallino del gioco e partire con l’idea di fare la partita, come chi sa di non poter far altro che vincere. Lui che, scuola Barca, è abituato a far correre palla e avversari. Al resto dovrà pensare sua maestà Champions Ronaldo – “Sono le sue partite” ha detto Pirlo…e come dargli torto? – e gli scudieri Chiesa e Morata, sempre più decisivi e chiamati a confermarsi nell’occasione più importante sino a questo momento. L’ingrediente fondamentale sarà però come detto atteggiamento e mentalità. Qualitativamente parlando la Juventus parte nettamente favorita, ma la Champions insegna: dettagli, ambizione, intensità e cuore contano altrettanto. Pirlo e i suoi ragazzi si sapranno fare trovare pronti? Mettetevi comodi, Mondo Bianconero è pronto a tenervi compagnia in questa giornata. L’ora della verità è arrivata.

About Beatrice Canzedda

Leggi anche

UNDER 19, Pescara-Juventus: le formazioni ufficiali

Fischio d’inizio alle ore 11:00 FORMAZIONE UFFICIALE PESCARA (4-3-3) – Lucatelli; Staver, Sakho, Palmentieri, Colazzilli; …