MORATA, “al Getafe vorrei chiudere la carriera, se non avessi il 45…”

Intervistato dal Partizado di COPE Alvaro Morata rilascia questa intervista.

Il buon inizio di stagione dell’attaccante lo ha fatto tornare nella nazionale Spagnola e al riguardo sottolinea che “è sempre l’obiettivo di qualsiasi giocatore venire in Nazionale. Penso che ci siano poche cose da fare nella mia carriera e nella mia vita, e una di queste è vincere con la squadra spagnola. È un sogno che penso che abbiamo tutti qui ed è qualcosa per cui combatteremo tutti in futuro “.

Alla domanda sulla partenza dell’Atlético de Madrid, Morata è sincero e sottolinea che “gli dà molto fastidio che qualsiasi cosa dica sembra dover fare notizia per la gente a leggerla. Si è detto che era molto felice e che aveva tutto. Avevo alla Juventus, ma se ascolti la domanda che mi fanno, è perché stai bene e perché sei felice ” e aggiunge ” ognuno cerca le proprie opzioni ed è normale che l’Atletico voglia cercare più opzioni in attacco e voglia avere il massimo.”

“Simeone merita tutto il mio rispetto, sono estremamente grato per la fiducia riposta in me che ha sempre e sempre augurerà il meglio. Mia moglie non mi sopporta più di guardare tutte le partite dell’Atletico e festeggiare i gol dell’Atletico. Alla fine queste sono circostanze che si presentano e non dobbiamo più pensarci. L’importante è che stiano bene anche loro”. 

Juanma Castaño gli ha anche chiesto della firma di Luis Suárez: “Alla fine sono le circostanze che si verificano per il club e per me. La cosa normale è che il club cerca la situazione migliore e lo stesso faccio anche io. Mi dà fastidio leggere un titolo …  Quello che vorrei trasmettere alle persone è di onn credere a tutto ciò che leggono e che non ho mandato nessuna frecciatina, tutt’altro. Sono grato all’Atlético per avermi dato l’opportunità e aver giocato lì. È come quando ho detto quella famosa cosa di “giocare per il Calderón, purtroppo ho dovuto farlo con altre maglie”. Non l’ho detto perché purtroppo ho giocato con altre maglie, L’ho detto perché mi sarebbe piaciuto giocare con quella maglia al Calderón. Tutto quello che non era la maglia dell’Atletico non era l’obiettivo che avevo quando ero un raccattapalle “

“Luis Suárez, cosa dirò di Luis Súarez?? I numeri parlano. Luis Suárez è uno dei migliori attaccanti del mondo ed è stato nella TOP 3 degli ultimi 5 anni” , afferma l’attaccante della nazionale.

Ad inizio stagione anche Álvaro Morata fa notizia per il numero di gol annullati, tanto che quest’anno ne hanno annullati 13: Ma se ho un 45 (di piede) e l’altro ha un 42 … “, ha scherzato, ma poi ha voluto essere schietto anche su questo tema:” O l’altro giorno in Champions League …la linea del VAR me l’ha messo sul gomito, se avessi segnato un gol con il gomito me l’avrebbero dato o no, che ne dici? Capisco che se il piede è in fuorigioco posso correggerlo e andarmene più tardi, ma la spalla … “e conclude la faccenda dicendo” Non vale la pena piangere, sono stati fischiati in fuorigioco e cosa devo fare, quindi continuo a lavorare per segnare più gol “.

E a proposito di gol, al Real Madrid è mancato il gol nelle ultime stagioni da quando Cristiano Ronaldo è andato via, ma Morata fa notare che non ha spine per aver lasciato i blancos : “Io non ho spine. Niente affatto. Sono molto contento. Tutti i passi che ho fatto nella mia carriera mi hanno dato tante cose e se tutta la mia storia non fosse passata lì non sarei tornato all’Atletico o non avrei giocato per la Juve “.

Infine, l’attaccante assicura che vorrebbe ritirarsi al Getafe: “Il Getafe non è lì per andare a ritirarsi. Vorrei il Getafe perché ho un buon rapporto con il presidente e con le persone dell’anno che erano lì. Alla fine, Mi piacerebbe perché ero un ragazzo perduto per la vita, che ha lasciato l’Atlético de Madrid e stava per andare a giocare nella Zona Nord … immaginate. Grazie a loro oggi sono un giocatore. Mi piacerebbe moltissimo “.

About Redazione

Leggi anche

3 GOL IN UN TEMPO: INTUITO, PROVVIDENZA E FEDE…

Provvidenza e intuito cambiano le sorti della gara, ma anche un certo Federico. Mix micidiale …