PAGELLE, Dybala d’oro, Szczesny delude

E’ terminata la gara della Dacia Arena. Di seguito le valutazioni dei protagonisti.

SZCZESNY 4 – Primo tempo di ordinaria amministrazione. Nella ripresa si fa anticipare quando, dopo un tiro di Arslan non irresistibile, il polacco para ma non trattiene e sulla ribattuta dello stesso avversario lo travolge in ritardo. Il pareggio della squadra di Gotti è ancora dovuto ad una suo clamoroso errore. Insufficiente.

DANILO 6 – Prestazione pulita e attenta. Raramente si sovrappone, resta più bloccato e lascia la fascia a Cuadrado. Chiude da mediano, dando solidità in mezzo.

BONUCCI 6 – Soffre un po’ la fisicità di Pussetto. Ma resiste senza commettere sbavature.

DE LIGT 6 – Pussetto e Pereyra lo impegnano come possono. Nel complesso disputa una gara positiva. In un’occasione Pussetto gli scappa in marcatura e per poco non trova la rete.

ALEX SANDRO 6 – Prudente dietro. In una rara folata offensiva sfiora l’assist per Morata, che centra la traversa.

CUADRADO 6,5 – Allegri lo sgrava dai compiti difensivi e l’esterno colombiano lo ripaga con una prova gagliarda, di quantità e qualità. E’ la spina nel fianco della difesa friulana. I suoi movimenti sono letali. Il suo inserimento vale il raddoppio: servito da Dybala, dribbla in scioltezza Nuytinck e deposita alle spalle di Silvestri. (CHIESA 5,5 – Qualche strappo e poco più. Il suo ingresso non cambia l’esito della gara).

BENTANCUR 7 – Sontuosa la prestazione dell’uruguaiano che appare lucido in entrambe le fasi soprattutto nel primo tempo. E’ lui a servire Dybala per la rete che sblocca il match. Nel secondo tempo va vicino al bersaglio grosso con un tiro da fuori che si stampa sul palo. (LOCATELLI s.v. – Entra nei minuti finali di una gara ormai compromessa).

RAMSEY 6,5 – Sempre più a suo agio nel nuovo ruolo, il centrocampista ex Arsenal gioca con buona sicurezza, scrollandosi di dosso un po’ di ruggine del precampionato. Alza la testa e tocca i palloni giusti, Laddove non riesce con la velocità, ci mette il fisico. Utile. (CHIELLINI 6 – Il capitano bianconero entra al posto del gallese e Allegri opta per un cambio di modulo che non paga. Non ha colpa sul gol di Deulofeu).

BERNARDESCHI 5,5 – Prova opaca dell’esterno azzurro che non incide sulla gara di questa sera. Dybala lo cerca con una bella palla nel primo tempo, lui ci arriva in ritardo e l’azione sfuma. Rivedibile. (KULUSEVSKI 5,5 – Trenta minuti più recupero per lo svedese che appare leggermente affaticato. Tocca pochi palloni e la sua presenza è impalpabile).

DYBALA 7,5 – Tecnica, classe e cuore. Il Dybala ammirato questa sera è il valore aggiunto che tanto è mancato nella scorsa stagione. Il suo guizzo sblocca la gara, la sua visione di gioco conferisce forma e sostanza al contropiede dal quale Cuadrado raddoppia. Nel finale di gara è ancora lui ad impegnare il portiere avversario con un gran sinistro. Faro.

MORATA 6 – Un po’ in ombra per la gran luce del collega di reparto, riesce comunque a costruirsi qualche buona occasione ed è soltanto il palo a negargli il gol di testa al 54′ su un bel cross di Alex Sandro. (RONALDO 6 – Entra e ha subito una buona occasione per segnare con un colpo di testa da punizione. Poi si spegne come tutta la Juve. Nel finale si riaccende come lui sa fare, ma il Var dice no).

ALLEGRI 5,5 – Prepara la gara nel migliore dei modi. Nella ripresa disfa tutto con un cambio di modulo che abbassa troppo la squadra.

About Michele Paoletti

Storico dell'arte, appassionato di calcio, sognatore. Aspirante giornalista con l'amore per la scrittura. Una tavola dipinta o un rettangolo verde sono per me medesima fonte di ispirazione.

Leggi anche

JUVE 1 – MILAN 1, A Morata risponde Rebic. Rivivi il live di Mbn!

TABELLINOJUVENTUS 1 – MILAN 1 4′ Morata 76′ RebicAmmoniti: Dybala 65′ Tonali 65′ – TABELLINO …