PIRLO: “A San Siro per dominare. Giocheremo senza alibi e con l’obiettivo di vincere”

Il tecnico bianconero, Andrea Pirlo, ha parlato ai microfoni di JTV, nella consueta conferenza stampa della vigilia ed ha presentato la sfida di domani sera a San Siro contro il Milan di Pioli, posticipo valido per la 16a giornata di serie A.

Il mister ha risposto alle domande dei giornalisti collegati da remoto che sono andate dal Milan al calciomercato alla positività di Alex Sandro. Ecco le sue parole:

Come gestirete la squadra dopo la positività di Alex Sandro, temendo altri possibili positivi?

Stamattina sono stati effettuati ulteriori esami su tutta la squadra e attenderemo i risultati nel pomeriggio In base a quelli valuteremo come affrontare la trasferta e come organizzarci.

La Juve secondo lei è in grado di rimontare in campionato?

Stiamo lavorando per quello. Abbiamo iniziato l’anno con una vittoria e un atteggiamento molto positivo. Valuteremo partita dopo partita e tireremo una somma sulla nostra posizione solo tra qualche mese.

Contro il Milan sarà una sfida da dentro-fuori?

No. Sicuramente è una partita importante, ma non credo sarà decisiva. Comunque, a parte la classifica Mila-Juve è sempre una partita importante sia che la giochi da calciatore che da allenatore. Noiu faremo il nostro e cercheremo di imporci e imporre la nostra forza e voglia di vincere contro un Milan che sta bene.

Cosa ci dice di Dybala? Cosa rappresenta per lei il Milan?

Paulo sta bene, ieri aveva qualche linea di febbre , ma oggi sta decisamente meglio, quindi sarà in campo, salvo imprevisti pomeridiani. La sfida contro il Milan per me è speciale, ho tanti ricordi ed ho vintoi tanti trofei con la maglia rossonera. Sarà ancora più speciale perchè è la mia prima volta da allenatore contro di loro.

Novità a centrocampo?

Abbiamo recuperato finalmente Rabiot dalle squalifiche e anche Arthur è recuperato dalla botta alla gamba, dove aveva del sangue coaguilato che aveva richiesto un pò di tempo in più e domani saranno entrambi a disposizione. Valuteremo domani chi portare a Milano.

Cosa pensa del Milan che sfrutta molto le mancanze avversarie in difesa?

Dobbiamo stare molto attenti perchè loro sono molto bravi a recuperare la palla, noi dobbiamo saper essere molto bravi tecnicamente per evitare i loro contrattacchi e le loro incursioni improvvise in contropiede.

Per lei Ronaldo è una dipendenza o un bene? Uguale di Ibra al Milan?

Fin dall’inizio abbiamo sfruttato Cristiano per le sue caratteristiche, cercando di portarlo ad essere decisivo e lucido soprattutto negli ultimi 30 metri e per cercare di farlo stancare meno. Decisivo e dipendenti da lui, come lo è stato in tutte le squadre dove ha giocato. Ovvio che quando hai un giocatore e un cammpione così è sempre un bene sfruttarlo. Ibra è anche lui essenziale per il Milan, ma ci sono anche tantyi altri bravi giocatori che lo hanno sostituito egreggiamente.

Il ruolo di Danilo, importante per la squadra?

Abbiamo individuato Danilo si dall’inizio di stagione. Le sue caratteristiche non sono state affatto una sorpresa. e’ un giocatore duttile e molto intelligente, capace di adattarsi in diversi ruoli, ed è molto utile per la squadra.

La difficoltà della partita di domani?

Contro il Milan sarà una partita difficile, è una squadra che non perde da più di un anno. E’ sicuramente la squadra da battere. Cercheremo di mostrare la nostra personalità e la nostra forza a Milano.

Calciomercato e Quagliarella?

Per adesso pensiamo alla partita di domani, poi valuteremo le varie possibilità. Quagliarella è un giocatore che conosco, grande attaccante, ma per il mercato avremo modo di valutare nei prossimi giorni.

Ci sarà Cuadrado per Alex Sandro?

Abbiamo diversi terzini sia a destra che a sinistr. Valuteremo chi starà meglio in condizione domani e valuteremo chi portare.

Per la questione Covid e Alex Sandro, come vede il rispetto dei protocolli dopo Juve Napoli?

Andremo a giocare senza alibi, perchè abbiamo una rosa competitiva e andremo a San Siro a giocarcela con un 11 che sarà in grado di fare una grande partita.

La classifica rispecchia i valori del campionato?

Si, credo li rispecchi sempre. Il Milan merita di essere in quella posizione perchè è la squadra che finora ha giocato meglio di tutti. Noi chiocheremo e faremo il nostro e valutaremo in aprile la posizione in classifica.

Morata recupera e ci sarà contro il Sassuolo?

Sta recuperando e sta continuando a fare tanta fisioterapia, ma valutertemo nei prossimi giorni anche con il parere dei medici quando potrà essere schierato in campo.

Chiellini e Demiral?

Hanno recuperato. Stanno bene, anche se non hanno ancora il ritmo dei 90 minuti, ma li tengo in considerazione anche per eventuali emergenze.

Juve non ha battutto diverse prime squadre?

Non abbiamo vinto per differenti circostanze. Dobbiamo affrontare tutte le squadre del campionato allo stesso modo. Sia che giochiamo col Milan o con il Benevento, ciò che conta sono i 3 punti.

Come vede la partita di domani?

La Juve arriverà a San Siro convinta della propria forza e di poter giocare una partita molto tattica, contro un Milan che sta molto bene fisicamente e mentalmente. Andremo con la consapevolezza di andare a comandare a San Siro.

Nel Milan di Pioli rivedi la prima Juve di Conte?

Non so se è simile, ma come ho detto anche ai ragazzi durante la nostra riunione, iu rossoneri hanno un grand spirito di vincere. E’ una squadra che lotta e corre insieme, con l’unico obiettivo che li spinge a fare bene.

Spaventa più il Milan o il risultato dei test?

Noi abbiamo la testa a giocare la partita di domani. Per i risultati dei test vedremo che succederà nel pomeriggio, ma l’obiettivo è la vittoria di domani.

About Redazione

Leggi anche

POSTPARTITA, Pioli: “Ci è mancato il guizzo dentro l’area. Problema al tendine per Ibra”

Le parole del tecnico rossonero DICHIARAZIONI – Intervistato da DAZN, Stefano Pioli ha parlato così …