POST-PARTITA, Andrea Pirlo parla al termine di Juve-Atalanta: “Ottima partita, potevamo fare di più. Morata? Mi ha fatto arrabbiare”

Andrea Pirlo, parla della prestazione della sua squadra al termine della sfida Juve-Atalanta, finita con un risultato di parità per 1-1.

Queste le parole del tecnico bianconero:

Valutazione della partita.

“E’ stat un’ottima partita contro un’Atalanta forte, che si è dimostrata la grande realtà che ha fatto vedere già negli ultimi anni. E’ stata una grande sfida anche per noi, perchè dovevamo vedere a che livello e a che punto eravamo, poi ovvio quando il risultato è in bilico bisogna fare di più.”

Prestazione?

La prestazione è stata buona da entrambe le squadre. Abbiamo creato e un’ottima prestazione l’hanno fatta di sicuro entrambi i portieri che sono stati fondamentali. Certo rimane l’amarezza di non aver portato a casa un risultato migliore e i tre punti.

Valutazione su Chiesa?

Chiesa questo tipo di tiri che oggi gli ha ragalato il gol ce l’ha nelle sue corde, ne fa t5anti anche in allenamento, quindi non è stato un tiro casuale. Ha fatto un’ottima partita e posso dire che sta migliorando e crescendo tanto.”

Altro su cui lavorare?

“Noi siamo stati troppo leggeri in alcune situazioni, dobbiamo essere più cattivi e concentrati, ma ci lavoreremo. Era una partita che dovevamo portare a casa per vincere anche l’inerzia con cui avevamo giocato fino al gol.”

Avete accusato la stanchezza?

È normale. Giochiamo tanto in campionato e in Champions. Ma per voglia e intensità abbiamo fatto una grande gara. Poi magari qualcuno sta meglio e qualcuno fa un po’ fatica a recuperare. Ma sono contento della prestazione dei ragazzi.”

Sulla leggerezza di Morata?

Mi sono arrabbiato molto. Sono leggerezze che non possiamo permetterci. Potevamo incanalare la partita che invece è stata aperta. Per il resto ha fatto una buona gara. Peccato per le occasioni in cui non è riuscito a fare gol.”

Cristiano Ronaldo?

Non era facile. Ma ha fatto cose buone, avesse fatto gol su rigore i giudizi sarebbero stati diversi. Non è stato brillantissimo ma è un campione. Può capitare a tutti.”

Le tre sostituzioni?

Il primo cambio è stato forzato e ci ha tolto uno slot. Durante la partita stavano tutti bene tranne Cuadrado che aveva qualche problema al polpaccio. Abbiamo deciso di metterlo più avanti per toglierli.”

La sindrome della pareggite.

I pareggi sono troppi per la classifica. Ma oggi è stata un’ottima partita, giocavamo contro una squadra forte che non è più una sorpresa. Abbiamo avuto molte occasioni.”

Le condizioni di Arthur?

“Purtroppo Arthur ha preso una contusione alla coscia, stava facendo un’ottima partita.”

Bentancur?

È cresciuto tanto nelle ultime partite. A inizio stagione aveva bisogno di rifiatare. Ora sta bene.”

Un pensiero sull’ingresso di Gomez?

“Pensavamo potesse giocare dall’inizio. È un calciatore importante che ha fatto bene negli ultimi anni. Ci aspettavamo il suo ingresso in campo.”

Come mai niente tridente nel finale?

Morata aveva fatto bene, poi si è innervosito per qualche decisione arbitrare. Non volevo perderlo per squalifica. Quando si fa prendere dal nervosismo a volte esce dalla partita.”

Il calendario?

Dobbiamo concentrarci sul campionato. Poi da gennaio ci saranno Coppa Italia e Supercoppa. Ora chiudiamo l’anno e poi ci andremo a riposare una settimana.”

About Redazione

Leggi anche

WOMEN, Montemurro: “Contento della prestazione, non dobbiamo mollare mai”

Le parole dell’allenatore della Juventus Women dopo la partita vinta contro il Pomigliano DICHIARAZIONI – …