POSTPARTITA, Pirlo: “L’Inter non ha mai tirato in porta. Allegri? Magari vincessi quello che ha vinto lui”

Ai microfoni di Jtv Andrea Pirlo commenta la semifinale di ritorno di Coppa Italia.

Il bilancio della stagione è finora positivo

“Lo speravo, era nei miei piani. Bisogna lavorare tutti i giorni per arrivare a questo punto””

C’è differenza tra vincere da calciatore e da allenatore?

“Da giocatore era più facile perché pensi a giocare e a fare bene, da allenatore devi pensare per trenta teste ed è completamente diverso”

Sulla difesa

“Hanno fatto benissimo, Ho la fortuna di avere quattro centrali molto bravi, i miglioramenti si vedono, non solo il rientro di Giorgio, ma anche gli altri . Sono molto sereno”

Qualcuno dice che si è “allegrizzato”

Fa molto piacere, se devo vincere quello che ha vinto lui. Ogni partita è diversa e la prepariamo in maniera diversa. Oggi siamo stati bravi, l’Inter non ha mai tirato in porta, le occasioni migliori le abbiamo avute noi”

Più aggressivi all’inizio , poi è venuto fuori l‘Inter

“I due centrali di stasera sono più aggressivi, possono giocare uno contro uno anche in campo aperto. Hanno dimostrato andata e ritorno di essere due grandi giocatori”

Sul modo di stare in campo

“Ci difendiamo col 4-4-2 e in impostazione giochiamo in maniera diversa. Sabato abbiamo impostato rimanendo coi quattro dietro. Dipende dall’avversario”

Su Bentancur

“Sta facendo molto bene. All’inizio della stagione ha avuto un periodo un po’ così perché aveva giocato tanto. Sappiamo il valore del giocatore e quest’anno sta facendo molto bene”

Tridente Morata-Ronaldo-Dybala

“Spero di averli a disposizione tutti e tre. Morata ha avuto due giorni di febbre, Dybala è ancora fermo per il problema al ginocchio. Quando li avrò tutti e tre avrò più soluzioni”

About Redazione

Leggi anche

POST PARTITA, Chiesa: “Sono contento della prestazione della squadra. Quando ci si diverte non si soffre il caldo”

Le dichiarazioni dell’esterno bianconero INTERVENTO – Anche Federico Chiesa è intervenuto ai microfoni della Rai …