SACCHI: “L’Italia deve tornare ad essere un collettivo. Chiesa? Deve migliorare l’attenzione e le idee”

Le parole di Arrigo Sacchi sulla nazionale italiana

LE DICHIARAZIONI – Intervistata ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi torna a parlare della Nazionale allenata da Roberto Mancini. Di seguito, le sue parole.

Sulla vittoria contro l’Austria:

L’incontro con l’Austria, una “vera squadra” nello spirito, nella collaborazione e nella determinazione, ha messo in difficoltà la nostra Nazionale. La Nazionale ha dimostrato carattere ma ora deve ritornare a essere lo splendido collettivo dove tutti gli undici si muovono all’unisono, avanti e indietro, collegati da un filo invisibile che è il gioco

Su Mancini:

Roberto è un grande allenatore e saprà che cosa non ha funzionato e per quale motivo nel secondo tempo si è stati in balia di un avversario di minore valore. Una vittoria sofferta figlia questa volta principalmente del carattere e della volontà. Tuttavia, se vorremo continuare a sognare urge ritornare a essere un collettivo perché uno per uno fa sempre uno, mentre uno per dieci fa sempre dieci. Ricordando che la copertura degli spazi, le distanze giuste, i tempi delle giocate, i sincronismi, gli smarcamenti e il pressing sono propedeutici per la vittoria

Su Chiesa:

Chiesa: gol da campione, i mezzi ci sono, dovrebbe migliorare l’attenzione e le idee

About Redazione

Leggi anche

DE ZERBI: “Chiellini merita il Pallone d’oro per lo spirito che ha messo all’Europeo”

Il ricordo della notte di Wembley è ancora nitido. E può regalare il premio individuale …