SACCHI su Juve-Inter: “Poco spettacolo e tante sceneggiate. Corsa scudetto? La Juve è fuori”

Le parole dell’ex allenatore sul derby d’Italia.

DICHIARAZIONI – Arrigo Sacchi, nel corso di un’intervista rilasciata alle colonne de La Gazzetta dello Sport, ha detto la sua sul match di ieri sera tra Juventus e Inter. Di seguito le parole dell’ex allenatore:

Sullo spettacolo espresso dalla due squadre:

“Spero che questa partita non venga trasmessa all’estero, perché il calcio italiano ci fa una gran brutta figura. Zero spettacolo, tanti falli, tante sceneggiate, poca sportività. Ma vogliamo capire che, se si gioca bene, a parità di valori tecnici si vince? Vogliamo metterci in testa che il pubblico ha voglia di divertirsi e non di vedere delle sfide che assomigliano alle lotte dei gladiatori di duemila anni fa? A tratti mi è sembrato di assistere a una partita degli anni Sessanta. I bianconeri hanno provato a verticalizzare su Vlahovic, che ha ottimi tempi di smarcamento, però sono sempre state improvvisazioni. L’Inter, invece, mi è sembrata timorosa, molto chiusa. Allegri e Inzaghi sono due bravissimi tattici che aspettano l’errore dell’avversario o l’exploit del singolo per colpire. In questo caso i nerazzurri hanno sfruttato questa idea di calcio che a me non appartiene. Io credo che il calcio sia bellezza, divertimento, organizzazione, sacrificio, armonio. In Juve-Inter non ho visto nulla di tutto questo e mi dispiace perché sono le due squadre italiane che più hanno speso sul mercato e, di conseguenza, dovrebbero essere quelle più forti”.

Sulla corsa Scudetto:

“Direi che la Juventus è tagliata fuori. Loro hanno subito una bruttissima sconfitta in Champions League contro il Villarreal e quelle sono batoste che ci si porta dietro per un bel po’ di tempo, anche se magari neanche te ne accorgi. I risultati negativi lavorano nella mente dei giocatori e rischiano di logorarla. L’Inter è andata in tilt nel secondo tempo del derby contro il Milan e ha infilato una serie di prestazioni negative. Adesso è una squadra che sta cercando di ritrovarsi dopo un periodo di smarrimento. Sia la Juve sia l’Inter, per quello che ho visto, non mi sembrano al massimo della condizione. Magari questa vittoria può dare ai nerazzurri quelle energie necessarie per giocarsi al maglio lo sprint finale, ma io continuo a pensare che il miglior carburante sia sempre il gioco. Basta dire sempre: conta solo vincere. No: conta giocare bene e, come conseguenza, c’è la vittoria”.

About Redazione

Leggi anche

VLAHOVIC: “Non mi sento un campione ma lavoro per diventarlo. Su Champions e Juve…”

Le parole del centravanti della Juventus alla presentazione del libro del Direttore di Tuttosport, Guido …