SCONCERTI: “I tifosi juventini sono in crisi di nervi, ma il buon tifoso deve accettarlo”

Le parole dell’opinionista a calciomercato.com

SCONCERTI – Nel momento di crisi di risultati e di caos mediatico viste le ultime vicende tra Covid-19 e feste illegali, arrivano le dichiarazioni su calciomercato.com del giornalista e opinionista Mario Sconcerti, ecco le sue parole rivolte ai tifosi della Juventus:

E’ interessante osservare la crisi di nervi degli juventini anche in tempi neutri come questi di nazionale. Non si smette di attaccare Pirlo, anzi si allarga la critica a dirigenti e proprietà. Mettiamo pure che Agnelli, Nedved e Paratici abbiano sbagliato, che la Juve sia stata costretta a interrompere una striscia di risultati che non ha precedenti. E allora, dov’è il problema? Il buon tifoso sta lì anche per accettare, non solo per vincere. Altrimenti non è un tifoso, è un saprofita. Si prende il meglio di una cosa dando il proprio minimo. Mi sembra che nel periodo dei social la Juve sia diventata la prima della categoria. La conseguenza è che questo l’allarga, la dilata, ne inflaziona l’immagine e la qualità. La differenza della Juve, il suo secolo di aristocrazia industriale, di privilegi conquistati sul campo, vengono dimenticati dallo spargersi di scismi qualunque fino alle periferie dell’impero. Così alla fine la Juve stessa diventa periferia. Il bisogno di vincere sempre è il bisogno di chi non ha mai combattuto, altrimenti conoscerebbe i diritti e i limiti dei contendenti. E saprebbe che essere juventini non è un privilegio né una distinzione, è solo una scelta libera a tutti.

About Redazione

Leggi anche

CAOS PLUSVALENZE, Stop momentaneo per gli interrogatori

La Procura intende prima sottoporre la documentazione finora raccolta ad una scrupolosa analisi, per poi …