STACCHINI: “Non ci sarà nessuno come Boniperti. Ho rischiato grosso con Del Sol”

L’intervista di ‘Tuttosport’ all’ex ala della Juventus degli anni ’50

ALTRI TEMPI – Era un calcio d’altri tempi quello vissuto da Gino Stacchini, esterno della Juventus del compianto Giampiero Boniperti. L’ex ala ora ha 83 anni, vive a pochi passi da Rimini e ‘Tuttosport‘ ha voluto intervistarlo per alcune domande su due suoi ex compagni di squadra, lo stesso Boniperti e Luis Del Sol, deceduti pochi giorni fa. Ecco le sue parole:

Boniperti si faceva sentire eccome. Aveva doti di leadership incredibile, era juventino dalla testa ai piedi, non ci sarà nessuno come lui. Perché? Perché tutto ciò che faceva era per il bene della Juve. Mi accolse bene, anche perché ero romagnolo come un suo caro amico, Ermes Muccinelli. Ero l’addetto alla sua valigia, dato che i giocatori affermati avevano sempre un ragazzino della rosa che portava le loro borse. Del Sol? Grande maratoneta, aveva una resistenza ed una forza fisica impressionante. Era un corridore eccezionale, correva il triplo degli altri e con lui rischiai grosso. Ci giocavamo i quarti di finale con il Real Madrid e perdemmo 3-1, ma gli animi erano tesi e abbiamo litigato con gli spagnoli. L’anno dopo Del Sol venne da noi dal Real e scherzando gli dissi: ‘sai che quel giorno a Madrid dissi ai miei compagni ‘se finisce a botte io prendo il piccolino’ e ti avrei sistemato’. Lui mi sollevò come un sacco di patate. Era piccolo di statura, ma aveva una muscolatura impressionante. Ho capito che con lui non c’era da scherzare.

About Redazione

Leggi anche

CHRISTILLIN: “Uomo derby? Faccio un gran tifo per Bernardeschi. Sarebbe bello dedicare la vittoria a Boniperti”

Le parole del membro del FIFA Council NOSTALGIA – Quando si tratta di derby della …