TACCHINARDI: “Pirlo? Deve lavorare sulla testa. Ronaldo? Una cosa non mi è piaciuta”

L’ex centrocampista bianconero Alessio Tacchinardi commenta la situazione bianconera nell’intervista de La Gazzetta dello Sport.

Su Inter-Juventus

“Una caduta inaspettata: si può perdere, ma così non è da Juve. Si è accesa per tecnico e società una spia rossa: va spenta subito domani nella Supercoppa, altrimenti diventa una situazione delicata

Cosa può fare Pirlo?

Andrea deve attingere alla sua esperienza da giocatore. Non può usare quella da allenatore, perché ha appena iniziato, ma deve trovare la chiave psicologica. Non hai tempo di recuperare uomini, lavorare sulla tattica, conta solo riaccendere la testa dei giocatori. Serve un confronto, devono uscire dallo spogliatoio dicendo “Andiamo a vincere”. Se qualcuno esce con dubbi è dura. In primis bisogna recuperare Ronaldo, perché il sorrisetto di Cristiano dopo il 2-0 dell’Inter non mi è piaciuto, sembrava una smorfia sarcastica, di resa”

About Redazione

Leggi anche

TOP E FLOP MBN, Juve-Sampdoria, Cuadrado sugli scudi, Kulu c’è?

Torna l’appuntamento con la rubrica video di Mondobianconero. TORINO – Vince e convince la Juventus …