Un risultato inaspettato, Morata sorprendente.

Alvaro Morata dopo la prima avventura in bianconero ritorna in Spagna e solo in questo strano 2020 ritorna come giocatore Juventino a Torino.

TORINO – Questa estate la Juve sognava Suarez e aspettava Dzeko ma è arrivato lui, Alvaro Morata classe 1992. E’ ritornato a Torino tra la perplessità dei tifosi e si è rivelato sorprendente, maturo e determinato a far bene. Lo abbiamo visto subito decisivo e se non fosse per alcuni gol annullati le sue prestazioni in campo possono considerarsi eccellenti. Spettacolare il gol su assist di McKennie contro lo Spezia e la sua presenza in campo è un valore aggiunto per la squadra, se poi è in coppia con Cristiano Ronaldo il mix potrebbe diventare esplosivo. La Juve quindi ha ritrovato dopo 4 anni un giocatore maturo, più propenso al lavoro di squadra, duttile perché può ricoprire ruoli da seconda punta o centravanti, senz’altro un acquisto che a posteriori si è rivelato azzeccatissimo.

TITOLARE IN CHAMPIONS – Fin da subito si è rivelato fondamentale per la nuova Juve, le statistiche parlano chiaro dove c’è Morata c’è gol, che sia assist o tiro in porta. Stasera contro gli Ungheresi schierato con Ronaldo fin dal primo minuto per dare un apporto offensivo in più e cercare di creare una coppia perfettamente calibrata al gol.

About Redazione

Leggi anche

MERCATO, Dalla Spagna un club della Liga su Romero

Il difensore argentino ha stregato il club spagnolo dopo la sua grande prestazione in Champions …