ALLEGRI: “21 partite per sistemare la classifica. Uno tra Kean e Kaio Jorge affianca Morata”

Le parole in conferenza del tecnico livornese

CONFERENZA STAMPA – La Juventus di Massimiliano Allegri si appresta a disputare la difficile partita sul campo del Bologna. Come di consueto, il tecnico livornese risponde alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa della vigilia. Ecco le sue parole:

Faccio i complimenti alle women, hanno raggiunto un obiettivo importantissimo. Almeno in Europa la Juve si è comportata bene dalle women alle giovanili, passando per la prima squadra. Dybala non sarà a disposizione, Chiesa e Danilo procedono bene nei recuperi. Chiellini difficilmente partirà con noi per degli acciacchetti, spero di averlo martedì.

Su Dybala e Kulusevski:

Kulusevski è rientrato dopo lo stop, ma non ha i 90 minuti nelle gambe perché per l’operazione che ha avuto ha perso un po’ di peso. Non poteva mangiare robe solide, solo liquide. Averlo in panchina è già importante perché sarà un cambio che mi servirà. Su Dybala: ricordiamo che dopo il Malmo non è stato bene, c’é il rischio e col rischio non si va da nessuna parte. Non si è allenato con la squadra, quindi non può giocare.

Sulle parole da usare per caricare la squadra:

Bisogna capire gli errori, bisogna migliorare la realizzazione. Spero che domani ci sia una sorpresa più piacevole rispetto al Venezia. Tra gennaio e febbraio avremo scontri diretti importanti, speriamo di recuperare tutti, considerando che ci sarà anche la Coppa Italia e la Champions. In questo momento abbiamo difficoltà a realizzare le occasioni, ma dobbiamo restare sereni. Abbiamo ancora 21 partite per sistemare la classifica.

Su Kean, Morata e Locatelli:

Locatelli ha avuto un paio di giorni di stop, vediamo oggi come sta. Ho comunque Rabiot, Arthur, Bentancur, McKennie che sono disponibili. Su Kean e Morata insieme devo vedere, ho anche Kaio Jorge.

Sul Bologna:

Bisogna prepararsi ad una partita difficile. Ha subito solo un gol da palla in attiva e ha segnato tanto nei secondi tempi, quindi è una squadra in salute. Serve lucidità per vincere.

Su Alex Sandro:

Ha fatto un paio di allenamenti in differenziato, domani valuterò se mettere lui o Pellegrini.

Sul mercato:

Ci pensa la società, ci sono ancora partite da giocare e non mi sembra giusto parlarne. La rosa è ottima, ma dobbiamo migliorare. Normale che in alcune partite si possono incontrare difficoltà, serve più bravura in fase realizzativa.

Su Kaio Jorge:

O Morata o Kean, o Morata e Kaio Jorge, uno dei due giocherà con Morata. Sta facendo vedere cose importanti.

Su Cuadrado:

Può giocare sia dietro che avanti, è rientrato De Sciglio, ma devo valutarlo. Cuadrado è un giocatore di grande affidabilità.

Sulle difficoltà incontrate:

Vedo la luce in fondo al tunnel, magari mancano i risultati in questo momento. Bisogna lavorare per migliorare, sono felice della scelta che ho fatto perché la squadra è giovane, non si può costruire tutto in giorni o mesi, se saremo più bravi accorceremo la classifica. Ripeto fino alla noia: con tutte le problematiche offensive, non possiamo fare 2 punti in 15 disponibili con Verona, Empoli, Venezia, Udinese, Sassuolo. Abbiamo giocato ottimi primi tempi, poi siamo scivolati.

Su ragionamenti per la quota Champions:

A gennaio abbiamo subito il Napoli, nessun ragionamento. Non abbiamo tempo per pensare, avremo Napoli, Roma, Coppa Italia, Udinese e Milan.

Su Ramsey:

Ha un problema al flessore, sarà out per Bologna.

Sulla rincorsa:

Rispetto a due settimane fa abbiamo recuperato 6 punti al Napoli, a gennaio e febbraio si dirà molto del nostro campionato. Intanto concentriamoci sul Bologna, poi penseremo al Cagliari e in seguito all’anno nuovo.

About Redazione

Leggi anche

VERSO MILAN-JUVE, Diversi ballotaggi in difesa e a centrocampo

Allegri dovrà sciogliere diversi nodi per il match contro i rossoneri. MILANO – La Juventus …