BLACK&WHITE STORIES, Compleanno e vigilia

I 124 anni della Juventus coincidono con il giorno che precede la sfida di Champions League contro lo Zenit. Come riporta il sito ufficiale sono diversi i precedenti in cui i bianconeri hanno vissuto il compleanno aspettando una sfida europea.

ULTIMO PRECEDENTE – L’ultimo appuntamento risale a cinque anni fa, quando a scendere sul campo dello Stadium è stato il Lione.

CONTRO SQUADRE FRANCESI – Gli incroci con i club d’oltralpe sono i più ricorrenti. Per due volte la Signora ha festeggiato il suo compleanno con il Psg e la circostanza ha portato bene. Nel 1983, la gara è terminata a reti bianche e lo 0-0 è stato sufficiente per passare il turno e accedere ai quarti di finale di Coppa delle Coppe, vinta poi contro il Porto. A differenza del precedente, nel 1989 il nuovo confronto avviene proprio nel giorno della festa: la Juve celebra i suoi 92 anni d’età sconfiggendo 2-1 i parigini, risultato che permette di proseguire il cammino in quella Coppa Uefa che Stefano Tacconi (nella foto) alzerà successivamente.

IN COPPA – Il primo novembre 1977 è una vigilia piuttosto tranquilla per la Signora, nella quale si possono festeggiare in serenità i primi 80 anni d’età. L’1-0 ottenuto a Belfast è un risultato positivo e il giorno dopo la differenza con il Glentoran viene espressa con una rotonda cinquina. I marcatori della serata sono Pietro Paolo Virdis (autore di una doppietta), Roberto Boninsegna (nella foto il suo gol di testa), Pierino Fanna e Romeo Benetti.

LA VIGILIA DI COPPA UEFA – La Juve che aspetta l’arrivo del Kongsvinger nel 1993 è una squadra con 2 elementi di forza: è la formazione che ha vinto la precedente edizione della Coppa Uefa e arriva da un bel 4-0 sul Genoa in campionato. In Norvegia la gara d’andata è terminata 1-1. Il 2 novembre i bianconeri proseguono il loro cammino segnando una rete per tempo: apre Andreas Möller, chiude Fabrizio Ravanelli.

DA BAGGIO A RAVANELLI – È un compleanno speciale quello che la Juve trascorre nel 1994. La vittoria della Juve sul Milan grazie a un memorabile colpo di testa di Roberto Baggio dà alla squadra di Marcello Lippi grande serenità alla vigilia di una partita di Coppa Uefa da disputarsi in casa. E al Delle Alpi i bianconeri confermano il loro momento positivo piegando i portoghesi del Maritimo con il risultato di 2-1. Entrambe le reti sono di Fabrizio Ravanelli.

DOPPIO TREZEGUET – Di tutti i compleanni vissuti aspettando una gara di coppa, quello del 2005 è probabilmente il più ricco di pathos. Un po’ perché la Juve arriva da una sconfitta con il Milan, che ha interrotto una striscia di 9 vittorie consecutive in campionato. Ma è soprattutto la caratura dell’avversario a impensierire: i bianconeri sono chiamati a superare il Bayern e l’impresa non è certo delle più semplici. A determinare il successo ci pensa uno splendido Trezeguet: David colpisce due volte, rendendo inutile il momentaneo pareggio di Deisler.

About Redazione

Leggi anche

SOCIAL, Il ‘Goal Of The Day’ è di Trezeguet

Il video pubblicato dall’account Twitter della Juventus GOAL OF THE DAY – La rubrica più …