CAPELLO: “Mi rivedo in Allegri, le idee si somigliano. Un errore tornare alla Juve, era il momento per andare al Real Madrid”

L’intervista della ‘Gazzetta dello Sport’ all’ex allenatore della Juventus

252 PARIMassimiliano Allegri è certamente uno degli allenatori italiani più vincenti della storia. Le sue 252 vittorie in Serie A sono condivise con un altro mostro sacro del nostro calcio che risponde al nome di Fabio Capello. L’ex tecnico di Milan, Roma e Juventus tra le altre, è stato intervistato dalla ‘Gazzetta dello Sport‘ e ha parlato proprio dell’allenatore livornese. Ecco le sue dichiarazioni:

Se mi ha dato fastidio essere raggiunto? Non lo sapevo neanche, a casa non ho nulla. Nessun trofeo, nessun record, ho tutto in un baule. E poi i record sono fatti per essere battuti. Io e Allegri possiamo essere considerati allo stesso modo, perché entrambi non usiamo un solo sistema di gioco, entrambi leggiamo bene le partite e vinciamo con i cambi. Mi ci rivedo in lui per questo. Tornare alla Juve un errore? Confermo, avevo detto che sarebbe diventato un ombrellone e così è stato: ha attirato tutte le critiche su di sé. Per me non è colpevole in campo: ci ha messo un po’ di tempo per capire il da farsi, ma la strada scelta è la migliore. Ma nella decisione di tornare, lo ritengo colpevole: c’era un’offerta del Real Madrid e avrebbe dovuto accettarla. La Juve è stata una scelta comoda, perché all’estero devi metterti in discussione e avere a che fare con abitudini diverse. Ha preferito avere Livorno vicina.”

About Redazione

Leggi anche

MILAN-JUVE, Le probabili formazioni. Torna de Ligt. Tutti i dubbi di Allegri

Domani a San Siro Milan e Juventus si daranno battaglia nel big match di campionato. …