CONFERENZA STAMPA, Allegri: “Il Cagliari non merita la classifica che ha. Domani gara delicata per tanti motivi, giocherà Kean”

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia della sfida contro il Cagliari

CONFERENZA – Ultima conferenza prepartita del 2021 in casa Juventus. Ecco le parole di Massimiliano Allegri:

Sulle richieste ai suoi giocatori:

La partita di domani è delicata perchè ci sono le vacanze, ma l’unica cosa importante è la partita con il Cagliari, squadra che come valori tecnici non merita la classifica che ha. Gli attaccanti ad esempio son giocatori che sono tra i migliori nelle squadre dal decimo posto in giù, anche a centrocampo ci sono giocatori bravi. Se pensiamo che domani sarà una partita facile ci sbagliamo, perchè ripeto ha dei valori tecnici importanti. Dovremo essere attenti, non ci possiamo assolutamente permettere un altro passo falso in casa.

Punto sugli indisponibili:

Siamo gli stessi di Bologna. De Sciglio e Bentancur stanno bene, domani mattina valuterò. Abbiamo Cuadrado diffidato quindi vediamo. Domani servono ritmi alti, i cambi diventeranno importanti.

Sul futuro:

Cerchiamo di vincere domani, poi vediamo. Il 28 febbraio vediamo se saremo in lotta per le prime posizioni e se siamo ancora in Champions. A Bologna abbiamo rimediato il mezzo passo falso di Venezia. Stiamo meglio fisicamente, la vittoria di Bologna ci ha dato uno spirito diverso.

Sulle parole di Raiola:

Raiola ha detto che De Ligt pronto per altro passo? Sì, domani deve fare gol.

Ottimismo dopo Bologna:

Quello c’è sempre, in questo momento siamo in questa posizione perchè ci mancano punti persi nelle famose cinque partite. A Bologna bene anche sotto l’aspetto caratteriale, non era semplice. Domani è un’altra partita, difficile anche a livello psicologico. Dobbiamo rispettarli e aggredire la partita per 95′. E’ normale che siamo indietro, unica cosa che possiamo fare ora è vincere il più partite possibili e magari riuscire a fare filotto per riprenderci.

Ancora su De Ligt:

Sta crescendo, a Bologna ha fatto due interventi da grande difensore. Ha qualità e 22 anni, può solo crescere. Come lui gli altri giovani possono crescere, questo deve essere l’obiettivo. Sul mercato, chi vivrà vedrà.

Su Dybala e Kulusevski:

Kulusevski è entrato bene a Bologna. Dybala non ha lavorato in gruppo stamattina, andarsi a prendere un rischio domani non ha senso. Dybala, Danilo, Chiesa e Chiellini il 30 saranno con la squadra, forse Danilo sarà un po’ indietro ma gli altri ci saranno

Sul poco tifo in casa:

Il pubblico si fa sentire, sono stati vicini nei momenti di difficoltà. Dobbiamo essere anche noi a trascinarli, domani ci sarà bisogno di loro.

Sui margini di miglioramento:

La rosa è ottima, dobbiamo arrivare a giugno migliorando i ragazzi che abbiamo a disposizione, con serenità e concentrazione.

Sul rinnovo di Dybala:

C’è stato un incontro con il procuratore qualche giorno fa, credo che stiano parlando come è normale che sia quando si tratta di un contratto così importante

Sul fattore ricostruzione in corso:

Mi diverto ad allenare, sono tornato un po’ più giovane. Ho giocatori completamente diversi rispetto a prima, ma questa cosa di ricostruire mi era successa già al Milan. C’è bisogno di lavorare, un pezzettino alla volta ne usciremo e miglioreremo. Quello che facciamo in allenamento si vede in partita

Su Kean:

Kean dovrebbe giocare domani, sono soddisfatto di come ha giocato a Bologna, si è messo a disposizione della squadra e ha fatto una buona partita. Sono contento di lui come degli altri.

Sui tanti elementi in scadenza:

Non condiziona nulla, in questo momento c’è solo da pensare al campo. Ci sarà tempo per progettare l’anno prossimo.

Dopo gli auguri ai giornalisti in sala, Allegri ha scherzato così:

Quest’anno il panettone l’ho mangiato, ma io mi porto avanti, ne mangio sempre uno a ottobre

About Redazione

Leggi anche

ALLEGRI: “Arthur-Arsenal? Ecco come la penso”

Le parole del tecnico bianconero sul brasiliano TRATTATIVA – Negli ultimi giorni di calciomercato la …