ESCLUSIVA MBN, Beppe Bergomi: “Juve-Inter sfida decisiva per entrambe. Su Chiellini e Nazionale…”

Le parole dell’ex difensore e noto telecronista sportivo.

DICHIARAZIONI Giuseppe Bergomi, telecronista sportivo ed ex difensore campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1982, parla ai nostri microfoni in vista della sfida di campionato tra Juventus e Inter, ma non solo.

Se la Juventus dovesse vincere lo scontro diretto con l’Inter diventerebbe una seria concorrente per lo Scudetto?

“Juve-Inter sarà una partita chiave per entrambe le squadre. Non penso che il Milan perda punti in casa contro il Bologna; quindi, sia Juventus che Inter devono pensare a vincerle tutte. Per questo motivo, chi esce vittorioso da questo scontro diretto è assolutamente dentro alla corsa scudetto. In ogni caso, la Juventus lo è già adesso anche se ha sette punti di distacco dal Milan. La squadra di Allegri, fatta eccezione per le prime giornate di campionato, è quella che ha totalizzato il maggior numero di punti”.

Chiellini potrebbe concludere la sua carriera al termine di questa stagione. Da difensore a difensore, quale consiglio si sente di dare al capitano della Juventus?

“Chiellini deve capire dentro di sé quali sono le sue motivazioni e deve prendere questa importante decisione solo ascoltando sé stesso. Deve capire se ha voglia di continuare a fare allenamento, di vivere le pressioni di una grande squadra, di provare un’esperienza nuova o di ritirarsi definitivamente. Non è facile dare consigli ad un ragazzo che è lì sul finale di carriera. Quello che mi sento di consigliare a Giorgio è che deve essere una decisione presa da esclusivamente da lui e non da altri. Questo aspetto è troppo importante. Essendoci passato anche io so benissimo che si tratta di un momento cruciale. Deve capire lui dentro di sé cosa vuole fare. Non è una decisione facile, ma, conoscendo bene Giorgio, so che è un ragazzo intelligente, preparato, laureato e il mondo del calcio ha bisogno di persone come lui”.

In ultimo, un commento sulla mancata qualificazione ai mondiali dell’Italia. Come e da chi si può ripartire?

“Quando siamo andati fuori con la Svezia la situazione era abbastanza diversa, perché oggi abbiamo in dote un campionato d’Europa vinto e un allenatore bravo che, però, deve capire se continuare. Mancini deve trovare la voglia dentro di sé. Come quando ha preso in mano la Nazionale e con la sua visione è riuscito a portarla in alto. Se c’è ancora tutto questo e Roberto ha la voglia di proseguire allora deve restare lui alla guida dell’Italia. In ogni caso, deve essere tutto il sistema a dover funzionare. Dobbiamo riuscire ad evitare questi continui alti e bassi. Per quanto riguarda i giocatori, alcuni dovranno fare un passo indietro esclusivamente per limiti d’età e far sì che si possa dare inizio ad un nuovo ciclo”.

About Riccardo Mancini

Leggi anche

QUI JUVE, Da oggi la maglietta di Chiellini sarà al Juventus Museum

Il riconoscimento al capitano STORIA – Oggi Giorgio Chiellini ha consegnato la sua maglia al …