NUNO GOMES su Juve-Benfica: “Sfida apertissima. Vlahovic? Il tempo è dalla sua parte”

Le parole dell’ex attaccante portoghese.

DICHIARAZIONI Nuno Gomes, nel corso di un’intervista rilasciata alle colonne de La Gazzetta dello Sport, ha parlato della sfida di questa sera in Champions League tra Juventus e Benfica. Di seguito le parole dell’ex centravanti della Fiorentina e dei portoghesi:

Sul Benfica:

“E’ vero, sono partiti fortissimo. Hanno vinto e dominato in tutte le partite giocate. Finora Roger Schmidt non ha sbagliato niente: propone un calcio molto offensivo, con tantissimo pressing che sfinisce gli avversari. Hanno tutto, difficile dire cosa deve temere di più la Juventus: hanno l’esperienza di giocatori come Otamendi e Grimaldo in difesa, giovani di grande prospettiva come Florentino in mezzo e Antonio Silva dietro. Davanti con Gonçalo Ramos, Rafa Silva e Neres di nuovo hanno tutto: tecnica, qualità velocità”.

Sulla Juventus:

“Non sta facendo bene, ma la Juventus è sempre la Juventus. Ha giocatore bravissimi. Non sono riusciti a giocare un calcio convincente finora ma restano sempre molto, molto competitivi. E’ una sfida apertissima”.

Sul girone:

“Juve e Benfica sono rivali che si giocano il secondo posto del gruppo. Il Psg è onestamente favorito. Un altro discorso è metterli in difficoltà in partita: la Juve può riuscirci al ritorno, il Benfica ha tutte le caratteristiche per farlo”.

Su Vlahovic:

“Oggi è già uno dei giovani migliori attaccanti, e il tempo è dalla sua parte: può crescere ancora tanto. Ha delle caratteristiche simili ad Haaland: possono essere il futuro per molti anni. A Dusan posso solo dire di lavorare sempre, in allenamento e in tutte le partite per migliorarsi in ogni occasione e diventare ancora più forte. In tutte tranne quella con il Benfica…”.

Sulla coppia Milik-Vlahovic:

“Per me possono fare coppia. Anche perché abbiamo parlato solo di Vlahovic, ma anche Milik è fortissimo. Allegri ha molte soluzioni. Di Maria è un fuoriclasse. Kean, Kostic, Cuadrado risorse preziose. Può fare le due punte con tre centrocampisti, in attesa del ritorno di Pogba che offrirà altre alternative in più”.

About Riccardo Mancini

Leggi anche

ITALIA, Bonucci: “Con l’Inghilterra un punto di partenza ma una rondine non fa primavera”

Le parole del capitano bianconero alla vigilia del match decisivo di Nations League BUDAPEST – …

COMMENTA