CUADRADO: “I bambini colombiani mi ricordano come un loro eroe. Mi tolgo le scarpe per essere scalzo come loro”

Il calciatore bianconero ha rilasciato un’intervista a Revista Semana.

TORINO – L’esterno della Juventus e della Colombia ha commentato la sua esperienza da calciatore e l’importanza del pallone per i bambini del suo Paese che amano il calcio. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Quando torno a Necoclì, i bambini mi circondano come se fossi il loro eroe. Così mi tolgo le scarpe e, come tempo, inizio a giocare sul pratone. Me le tolgo perché essere al loro pari, sono sempre scalzi. Torno nel mio mondo, quello fatto di passione. Là fuori si vive di applausi ma si muore di critiche: chi ti ama, il giorno dopo è pronto a pugnalarti. Prima lo capisci, prima diventi un calciatore vero”

About Redazione

Leggi anche

CARLO NESTI: “Le critiche a Pirlo sono generiche. Con il Milan la Juve ha perso per due questioni tattiche. Una riguarda Cuadrado”

Il giornalista commenta la disfatta dei bianconeri con il Milan. TORINO – Carlo Nesti analizza …