FOCUS, Fagioli: il giovane volto della Juventus del futuro

La Juventus sta cercando di dare un volto al suo futuro e la missione di ringiovanimento è ufficialmente partita. I due giocatori di Cremonese e Pisa potrebbero essere i due nomi dal quale ripartire.

PRIMA – Nato a Piacenza nel febbraio del 2001, Nicolò Fagioli, attualmente in forza alla Cremonese, sta mettendo in mostra le sue abilità tecniche e caratteriali in Serie B proprio con i grigiorossi. Cresciuto nelle giovanili della Juventus ha esordito in Serie C con la Juventus Under23 nel settembre del 2018 nel match contro la Carrarese, arrivando a disputare, nella stagione 2020-21, 19 partite con 2 gol e 1 assist e aiutando la sua squadra a conquistare la Coppa Italia di Serie C. Un’avventura in maglia bianconera iniziata nel luglio del 2015, quando dal settore giovanile della Cremonese è passato a quello della ‘Vecchia Signora’. Dopo aver fatto il suo ingresso nell’Under17, nel luglio del 2018 esordisce con la primavera bianconera, disputando, tra campionato e UEFA Youth League, 45 partite e realizzando 11 gol e 10 assist. Le ottime prestazioni con la maglia dell’Under23 lo portano anche a fare il suo esordio in prima squadra sia in Serie A che in Coppa Italia: nel gennaio del 2021 esordisce ufficialmente con la Juventus, giocando da titolare nella vittoria per 4 a 0 in Coppia Italia contro la Spal, e nel febbraio dello stesso anno sostituisce Rodrigo Bentancur nel corso del secondo tempo della sfida casalinga di campionato vinta per 3 a 0 contro il Crotone. Max Allegri, che ha avuto sempre un debole per il talentuoso centrocampista piacentino, decise di aggregarlo alla prima squadra già a partire dalla tournée estiva del 2019, concedendogli spazio in diversi tornei amichevoli.

DOPO Nicolò Fagioli, dopo aver fatto parte con continuità della prima squadra di Andrea Pirlo, la scorsa estate è stato girato in prestito alla Cremonese. La dirigenza bianconera ha voluto dare al giocatore l’opportunità di mettere in mostra con maggiore costanza le proprie qualità, andando a giocare in un campionato come quello della Serie B, ricco di insidie e altamente formativo. Il 19 settembre 2021 ha trovato il suo primo gol con i grigiorossi e, dopo 15 giornate dell’attuale campionato di Serie B, sono 3 le reti realizzate e 4 gli assist messi a segno. Un contributo davvero importante per una Cremonese che continua a navigare a vele spiegate nelle prime posizioni della classifica. Fagioli resta concentrato su quelli che sono i suoi obiettivi stagionali con la maglia del club lombardo, pronto ad onorare il suo prestito fino in fondo. Tuttavia, le sue qualità tecniche e, soprattutto, caratteriali lo rendono uno dei profili con maggiori prospettive di crescita e la Juventus è consapevole che il suo progetto di rinascita deve ricominciare anche da lui. Il suo ruolo e la sua attitudine mentale durante le partite, gli potrebbero garantire un posto d’onore nel centrocampo juventino. Un giovane al servizio di un gruppo e di una società che ha l’obiettivo di tornare a far sentire la sua voce in Italia e in Europa. La Juve lo attende, ma, come riportato anche da La Gazzetta dello Sport, nella prossima estate la dirigenza valuterà se aprire le porte ad un suo ritorno immediato alla Continassa o lasciare il giovane centrocampista un altro anno lontano da Torino.

About Riccardo Mancini

Leggi anche

MERCATO, Arthur strizza l’occhio all’Arsenal. La Juve continua a riflettere

Il club inglese spinge per il brasiliano che gradisce l’interesse. Il club bianconero prende tempo. …