PREPARTITA, Arrivabene: “Alcuni giocatori sono più attaccati ai procuratori che alla maglia”

Le parole del dirigente della Juventus.

DICHIARAZIONI – Maurizio Arrivabene, direttore generale della Juventus, ha parlato ai microfoni di Dazn apochi minuti dall’inizio del match contro il Cagliari:

Sull’aumento di capitale:

“L’aumento di capitale c’è stato e stiamo lavorando sulla sostenibilità dei conti e sulla competitività della squadra. Guardo avanti, non indietro. Questa sera abbiamo l’ultima partita dell’anno e sarà una sfida difficile. Nel calcio, nel momento in cui si parla di aziende da gestire, le differenze con altri sport sono poche. La società ha come obiettivo la sostenibilità dei conti e anche la squadra ha un obiettivo che conosce perfettamente. Poi le parole lasciano il tempo che trovano. Colgo l’occasione per ringraziare i tifosi, che sono parte importante della nostra società. Essere juventini significa esserlo, soprattuto, nei momenti difficili. Tutti sono bravi a salire sull carro dei vincitori. Mi auguro che conitinuino a sostenerci, sia dentro alla stadio che fuori.

Su Dybala e De Ligt:

“L’attaccamento alla maglia da parte di molti giocatori è in forma leggermente minore rispetto all’attaccamento che hanno verso i propri procuratori. Sia Dybala che De Ligt giocatori devono fare il loro lavoro e noi faremo il nostro, ma i rapporti sono assolutamente sereni. Facile dimostrare l’attaccamento alla maglia a parole, bisogna dimostrarlo in campo e, in ogni caso, loro lo stanno facendo”

About Redazione

Leggi anche

RINNOVO DYBALA, E’ il momento di decidere: dentro o fuori?

Febbraio si avvicina e in casa Juventus urge fare una scelta sul futuro della Joya. …