DIRITTI TV, Nuovo nulla di fatto sull’assegnazione del prossimo triennio

La riunione della Lega Serie A non ha portato i risultati sperati

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE – Ancora nessun accordo sul fronte diritti tv per il triennio 2021/2024 nell’assemblea della Lega: le società hanno confermato in blocco le proprie posizioni, con 11 società favorevoli alla proposta di Dazn (Atalanta, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma e Udinese) e le altre 9 astenute. Il punto cruciale che crea divergenze è l’ingresso di fondi stranieri nell’assemblea di Lega, e la prossima settimana ci sarà una nuova riunione, in cui, secondo “La Repubblica“, i fondi Cvc Advent e Fsi hanno già preannunciato un rilancio definitivo per la costituzione della media company della Lega. Di seguito il comunicato della Lega stessa:

“L’Assemblea della Lega Serie A si è svolta oggi in video collegamento con la partecipazione di tutte le Associate. I club, all’unanimità, hanno conferito mandato all’Amministratore Delegato per avviare una fase di trattative private per i diritti audiovisivi nell’area Medio Oriente e Nord Africa. Per quanto riguarda i diritti audiovisivi internazionali per tutti gli altri territori sono state chiuse le trattative private per invitare gli operatori a formulare le loro offerte migliorative. I diritti audiovisivi per il territorio italiano per il triennio 2021-2024 e l’operazione con il consorzio CVC – Advent – FSI, temi trattati durante la riunione come previsto dall’ordine del giorno, saranno invece approfonditi in una nuova Assemblea, prevista per la prossima settimana”.

About Redazione

Leggi anche

LEGA SERIE A, Il campionato Primavera sarà su Sportitalia

Novità per quanto riguarda i diritti tv CAMBIAMENTO – Il campionato e le competizioni Primavera …