FOCUS, Festival del gol cercasi

La Juventus riparte in campionato con l’obiettivo di ritrovare con continuità la via della rete, per ottenere punti preziosi e rendere meno magra la differenza reti. Dusan Vlahovic sarà l’ospite d’onore di questo speciale festival del gol il cui inizio in casa Juve tutti attendono con ansia.

GOL – La Juventus di questa prima parte di stagione ha mostrato evidenti lacune e palesi difficoltà nel trovare la via del gol. Su 23 giornate di campionato, sono 13 le partite nelle quali i bianconeri non sono riusciti a mettere a segno più di una rete. Un dato che, se messo a confronto con le prime quattro squadre della classifica, spiega senza mezzi termini l’attuale quinto posto: il Milan e ha terminato 10 match su 24 con un solo gol segnato, il Napoli 9 su 23, l’Inter 6 su 23, l’Atalanta 9 su 22. La statistica assume aspetti ancora più drammatici se consideriamo i gol complessivi messi a segno: la Juventus ha realizzato 34 gol, il Napoli 43, il Milan 49, l’Atalanta 44 e l’Inter 54. Inoltre, i bianconeri hanno sempre superato quota 70 reti nelle ultime nove stagioni di Serie A. Un numero che, se l’attacco juventino dovesse mantenere lo stesso ritmo avuto fino a questo momento, farebbe registrare un nuovo record negativo. Infine, andando ad analizzare i numeri dei singoli giocatori, possiamo notare che la coppia Morata-Dybala ha totalizzato 12 reti nell’attuale campionato: 8 in meno rispetto al binomio interista Dzeko-Lautaro, 1 in meno rispetto alla coppia atalantina formata dai colombiani Zapata e Muriel, 3 in meno rispetto alla coppia milanista Ibra-Giroud e a pari merito con il duo Osimhen-Mertens.

SPERANZA – Se a questi numeri andassimo a sostituire Dusan Vlahovic con Alvaro Morata, la Juventus avrebbe la coppia più prolifica del campionato e il terzo migliore attacco della Seria A. Certo, tutto ciò, purtroppo, può essere solamente frutto dell’immaginazione, ma ora che il bomber serbo è il nuovo centravanti della Juve questi numeri potrebbero diventare realtà. Infatti, il solo Dusan Vlahovic – con 17 gol e 2 assist in 23 giornate – è stato più prolifico della coppia formata dal dieci argentino e dall’attaccante spagnolo. L’attaccante ex Partizan ha l’arduo compito di risolvere i problemi offensivi di una ‘Vecchia Signora’ in piena crisi di gol. La partenza di Cristiano Ronaldo ha sicuramente influito, ma quello che manca ormai da diversi anni è l’attaccante da 20 reti stagionali: gli ultimi tre juventini ad esserci riusciti sono Tevez (20 marcature nella stagione 2014-2015), Higuain (24 marcature nella stagione 2016-2017) e CR7 (21 nella stagione 2018-19, 31 nella stagione 2019-20 e 29 nella stagione 2020-21). Tutti e tre non vestono più la maglia bianconera. L’ultimo bianconero attualmente ancora in rosa ad aver sfiorato quota 20 gol è Paulo Dybala: 19 reti e 9 assist nella stagione 2015-16. Vlahovic potrebbe essere il nuovo ariete, la nuova macchina da gol. Ma attenzione a non affidarsi esclusivamente alla sua micidiale vena realizzativa.

About Riccardo Mancini

Leggi anche

BONAVENTURA: “Non ci aspettavamo che Vlahovic andasse via a gennaio”

Le parole del centrocampista della Fiorentina DICHIARAZIONI – Intervistato da La Repubblica, il centrocampista della …