FOCUS, Diamo i numeri. Un po’ di statistiche su Atalanta-Juventus

Poco più di 48 ore all’epilogo di una competizione che assegnerà l’ultimo trofeo della stagione, prima dei verdetti relativi al piazzamento in zona Champions. Mercoledì 19 maggio alle 21,00 l’appuntamento con la finalissima. Sei successi bianconeri, quattro atalantini e sei pareggi compongono il tabellino dei precedenti nella competizione.

SPONDA NERAZZURRA – I bergamaschi accedono alla finale dopo un emozionante doppio confronto con il Napoli di Gattuso. Al pareggio a reti inviolate dello stadio Diego Armando Maradona, segue la vittoria per 3-1 nella semifinale di ritorno. L’Atalanta ha raggiunto così la quinta finale della sua storia, la seconda nelle ultime tre edizioni, dopo esserci riuscita solo tre volte in precedenza nella competizione. Gli orobici sono riusciti a sollevare il trofeo soltanto in un’occasione, quando maturò un 3-1 ai danni del Torino nel 1963. Quella partita ha fatto registrare anche le uniche tre reti siglate dai nerazzurri nell’atto finale della Coppa. Le realizzò Angelo Domenghini, autore di una splendida tripletta. Una statistica non gioca però a favore degli orobici. La squadra di Gasperini ha battuto la Juventus per 1-0 nell’ultimo precedente in campionato. I nerazzurri non vincono due partite di seguito contro i bianconeri in tutte le competizioni dal 1929/30.

SPONDA BIANCONERA – Il doppio confronto con i neo Campioni d’Italia ha sancito l’accesso della squadra di Andrea Pirlo alla contesa ultima di Reggio Emilia. Lo 0-0 dell’Allianz Stadium si somma al successo esterno dei bianconeri nella semifinale d’andata (1-2) e regala alla Juventus il pass per la finale numero venti. Tredici volte il trofeo ha preso la strada di Torino, un record nella storia della competizione. La Vecchia Signora ha tenuto la porta inviolata nei tempi regolamentari di tutte le ultime quattro finali di Coppa Italia disputate. L’ultima è stata persa ai calci di rigore, dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari. Un dato curioso spaventa la Juventus: nelle ultime 17 partite del trofeo, l’unica nota dolente è stato lo 0-3 subito proprio contro l’Atalanta nei quarti di finale dell’edizione 2018/19. Dodici successi bianconeri e quattro pareggi completano lo score.

I SINGOLI – Per Giorgio Chiellini quella di mercoledì può assumere un significato speciale. Potrebbe, infatti, trattarsi dell’ultima finale disputata dal capitano bianconero con la maglia della Juventus. Il difensore non ha ancora sciolto le riserve sul futuro ma può già vantare quattro successi nel torneo. Non è però Chiellini il bianconero che ha più volte portato a casa la Coppa Italia. Tra i senatori della rosa Gianluigi Buffon può eguagliare Roberto Mancini a quota sei come giocatore che ha vinto più volte la competizione: cinque i successi per il portiere bianconero, uno con il Parma e quattro con la Juventus. L’Atalanta può vantare tra le proprie fila il calciatore che ha timbrato più spesso il cartellino con i bianconeri. Duvan Zapata è il giocatore che detiene la migliore media realizzativa considerando tutte le competizioni dal 2016/17 ad oggi: sette reti alla Juve in 10 sfide. Il sessantatreenne Gianpiero Gasperini può diventare il secondo più anziano allenatore a vincere la sua prima Coppa Italia dietro a Nereo Rocco (65 anni nel 1977, al terzo successo con il Milan). Aria di record anche per Andrea Pirlo. L’attuale tecnico bianconero può centrare l’impresa di diventare il quarto nella storia del club a vincere il torneo sia da calciatore che da allenatore. Prima di lui ci sono riusciti soltanto Luis Monti, Carlo Parola e Dino Zoff.

About Michele Paoletti

Leggi anche

JUVENTUS, Danilo guarda avanti: “Già in testa altri trofei”

Il terzino bianconero fissa già i prossimi obiettivi LE DICHIARAZIONI – La Coppa Italia conquistata …