FOCUS, L’anarchico Muriel è il nome giusto per il nuovo attacco della Juventus

Si intensificano le voci che vedono il colombiano come nuova pedina offensiva di un attacco totalmente rivoluzionato

TALENTO PURO – Il calciomercato è solo all’inizio e di nomi intorno all’orbita bianconera se ne sentono parecchi. Particolare attenzione in casa bianconera alla situazione relativa agli attaccanti, con il reparto offensivo pesantemente criticato durante la stagiona a causa di una stagione tutt’altro che brillante per gli attaccanti sotto la Mole. Dybala ha già fatto le valigie, Morata è momentaneamente in stand by e Kean malgrado un riscatto certo non è sicuro della conferma. Gli unici calciatori che sicuramente saranno all’interno del roster bianconero della prossima stagione sono Dusan Vlahovic e Federico Chiesa.
L’esterno della nazionale italiana è però alle prese con il recupero dall’operazione al legamento crociato e potrebbe saltare le prime partite della prossima stagione. Il punto fermo della Juventus è e sarà Dusan Vlahovic, destinato a prendersi la maglia numero 9, quella del bomber chiamato ad una conferma del proprio valore anche ad alti livelli. Intorno all’ex attaccante della Fiorentina, il nome più interessante che viene accostato ai bianconeri è quelli di Luis Muriel, 31 anni in forza da 3 stagioni all’Atalanta. Il colombiano ha tutte le carte in regola per essere una pedina preziosa dell’attacco bianconero. Un attaccante dotato di colpi di grande tecnica che ben si sposerebbero con le caratteristiche del centravanti serbo. Muriel sarebbe un buon colpo soprattutto se osserviamo il famoso e abusato rapporto qualità/prezzo. L’Atalanta valuta il calciatore 15 milioni e il colombiano ha un ingaggio sui 2 milioni a stagione: valori più che sostenibili per le finanze bianconere.

NON SOLO VICE DUSAN – Malgrado un’età non più cosi’ verde, Luis Muriel è una vera e propria arma letale specialmente se schierato a partita in corso. Il calciatore colombiano è stata una vera e propria risorsa nell’Atalanta delle meraviglie durante le prime due stagioni con la maglia orobica. Quest’anno il calciatore non è riuscito a rispettare le medie gol clamorose delle stagioni precedenti complice l’annata complicata della squadra di Gasperini. Muriel è stato capace di segnare ben 18 gol nella prima stagione e ben 22 nella seconda annata con la Dea e nella maggior parte dei casi, i gol sono arrivati da subentrato. Un’arma potentissima a servizio del proprio allenatore che ha saputo tirare fuori il meglio da un calciatore che ha sempre avuto tanta qualità ma spesso inespressa nelle sue precedenti avventure. Muriel potrebbe essere il calciatore giusto per l’attacco bianconero del futuro. Un ottimo vice Vlahovic e un giocatore in grado di giocare anche insieme a Dusan. Un attaccante capace di incidere a partita in corso con la sua tecnica e la sua imprevedibilità, con dei colpi che ricordano la classe e il talento di Dybala, essendo un calciatore che ama allargarsi e legare il gioco con i compagni. Inoltre Allegri è sempre stato un ottimo gestore di risorse e nella sua precedente gestione le sue letture durante le partite hanno spesso fatto la differenza insieme alla sua capacità di usare i cambi al momento giusto per spaccare la partita. Muriel sarebbe un perfetto partner anche in caso di permanenza di Morata e con Chiesa ha già giocato ai tempi della Fiorentina. Vedremo se la Juventus si farà un regalo che potrebbe diventare prezioso per invertire la rotta in un attacco che ha bisogno di un po’ di tecnica e imprevedibilità.

About Francesco Barbaro

Leggi anche

FOCUS, Di Maria-Juve: il giorno del fatidico sì è arrivato

Pare che la trattativa si sia sbloccata nel pomeriggio di ieri. Per l’argentino pronto un …