FOCUS, Numeri alla mano: Scudetto lontano ma non lontanissimo

Viaggio all’interno delle cause del ritardo dei bianconeri nella lotta al titolo

TITOLO SFUMATO – Mancano poche partite alla fine del campionato e anche se la matematica non condanna aritmeticamente la Juventus, possiamo dirlo: i bianconeri non vinceranno il titolo. Una notizia, se consideriamo che la Vecchia Signora prima della scorsa stagione ha infilato 9 titoli consecutivi. Una non notizia, se pensiamo che gli uomini di Allegri, in lotta per il titolo quest’anno non lo sono mai stati.
Difficile definire cosa manca, perché a livello di rosa, la Juventus non ha molto da invidiare a Milan ed Inter che si giocheranno lo Scudetto, presumibilmente fino all’ultima giornata. La causa principale per il mancato titolo bianconero è da attribuire al ritardo accumulato nella prima parte di stagione, in cui la Juventus ha effettivamente, inanellato una serie di risultati negativi che l’hanno portata ad avere troppi punti di ritardo dalla vetta. Ritardo che è risultato decisivo se pensiamo che i punti di distacco tra i bianconeri e la vetta della classifica sono 8, non molti, se pensiamo che la Juve non è riuscita mai a vincere nei quattro incroci in campionato contro le milanesi. La causa principale di questo ritardo è legata alla mancata sostituzione di Cristiano Ronaldo. Il vero sostituto del fenomeno portoghese, è arrivato soltanto a Gennaio quando la Juventus era in lotta per la quarta posizione, e l’acquisto di Vlahovic ha portato dei benefici immediati al gruppo che ha quantomeno blindato la zona Champions.

NUMERI – Osservando i numeri, i bianconeri sono abbastanza in linea con le milanesi sia per quanto riguarda le sconfitte in campionato: 6 per la Juve, 4 per Milan e Inter, sia per quanto riguarda la miglior difesa. La solidità difensiva, è da sempre un mantra di Mister Allegri che quest’anno ha dovuto rinunciare a più riprese a Bonucci e Chiellini, promuovendo di fatto De Ligt come perno difensivo che ha avuto continuità di rendimento per tutta la stagione. Il gap da colmare, diventa più evidente sotto la voce di gol realizzati. I bianconeri infatti sono il peggior attacco delle prime 10^ squadre in classifica della Serie A. Un dato sicuramente da migliorare, in vista del futuro dato che lo Scudetto sarà presumibilmente il vero obbiettivo dei bianconeri nella prossima stagione. L’arrivo ritardato di Vlahovic, l’infortunio di Chiesa pesano sicuramente in questo bilancio ma quello che è certo, è che la qualità e la fluidità del gioco bianconero devono migliorare. Sarà importante trovare un sostituto di Dybala all’altezza che possa mettere Vlahovic o chi per lui, nelle migliori condizioni per gonfiare le reti avversarie. Ma sarà altrettanto importante trovare un fulcro del centrocampo per migliorare il gioco della Juve. Sarà difficile, perché i calciatori alla Brozovic costano molto e l’esperimento con Arthur non ha portato i benefici sperati, ma siamo sicuri che un tentativo la dirigenza lo farà per garantire una maggiore qualità ad un reparto che sembra ben assortito ma che difetta in termini di fluidità di gioco. Sarà questo l’obbiettivo principale della dirigenza sul mercato: un’estate che vedrà grossi cambiamenti a Torino per una Juventus che deve tornare ad essere vincente e possibilmente convincente.

About Francesco Barbaro

Leggi anche

TUTTOSPORT, Vlahovic guida la rivoluzione

La Juventus cambia volto per tornare subito grande. TORINO – Idee chiare e aria di …